CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Il patto di ferro Bocci-Marini cambia lo schema del congresso regionale Pd: verso la discesa in campo dell’ex sottosegretario

EVIDENZA Perugia Terni Politica Extra

Il patto di ferro Bocci-Marini cambia lo schema del congresso regionale Pd: verso la discesa in campo dell’ex sottosegretario

Pinocchio
Condividi

Gianpiero Bocci e Catiuscia Marini

PERUGIA – Tre giorni fa ai tavolini di un bar nel centro della Capitale sotto un solo tiepido e davanti a due aperitivi, è stato stipulato un patto che probabilmente inciderà sul futuro del Pd umbro dai qui alle elezioni regionali. Fermo immagine: a sinistra con giacca leggera ed eleganti occhiali da sole la presidente della Regione Catiuscia Marini davanti a lei l’ex sottosegretario agli Interni Gianpiero Bocci in completo blu e cravatta in tinta. A contare sono più gli sguardi che le parole come sempre avviene quando si tratta di mettersi d’accordo per davvero tra due persone che nel tempo hanno accumulato divergenze e convergenze, litigi e riappacifazioni, scontri furenti e abbracci improvvisi.

Road map Ma dopo quasi dieci anni la situazione è cambiata: il Pd in Umbria rischia ormai di essere forza politica marginale davanti a un centrodestra che una dopo l’altra ha conquistato Comuni e centri di potere. Fra una manciata di mesi si gioca la partita al Comune di Perugia e Foligno e poi si andrà diritti verso la partita più ghiotta: quella per la bandiera della Regione. Lo stati dell’arte del centrosinistra è politicamente afono, disorientato, sfilacciato. Il prossimo congresso regionale rischia di trasformarsi nell’ennesima conta ma questa volta con pochi spettatori e tra gli sbadigli generali. E soprattutto c’è ormai il rischio che anche la Regione, storico bastione del centrosinistra vada in frantumi senza nemmeno giocarsi la partita. Tutto questo ha portato alla candidatura del giornalista Giuiano Giubilei a Perugia e se il tavolino del bar romano non si capovolge porterà alla discesa in campo, per l’area che fa riferimento al ministro Minniti, di Gianpiero Bocci al congresso regionale Pd. Il 16 dicembre si gioca la partita congressuale da questo momento in avanti attenzione ai giocatori in campo perché la partita può assumere una piegatura diversa. Scommesse aperte se il patto romano regge alla prova dei fatti.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere