CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Il Gubbio resta ancora a digiuno di vittorie e con la Feralpisalò va in bianco

Calcio Sport

Il Gubbio resta ancora a digiuno di vittorie e con la Feralpisalò va in bianco

Redazione sportiva
Condividi

GUBBIO (4-3-3): Ravaglia; Lakti, Konate (36′ st Maini), Bacchetti, Filippini (11′ st Cinaglia); Sbaffo, Benedetti, Bangu (24′ st Malaccari); Tavernelli (36′ st Meli), Sorrentino, Cesaretti (24′ st Battista). A disp.: Zanellati, Munoz, Zanoni, Conti, El Hilali, Ricci, Manconi. All.: Guidi.
FERALPISALO’ (4-2-3-1): De Lucia; Zambelli, Legati, Giani, Contessa; Pesce (43′ st Carraro), Scarsella; Ceccarelli (21′ st Mauri), Magnino, Maiorino (43′ st Bertoli); Caracciolo (11′ st Stanco). A disp.: Liverani, Eleuteri, Mordini, Rinaldi, Altare, Guidetti. All.: Bertoni.
Arbitro: Pirrotta di Barcellona di Pozzo (Trischitta di Messina e Andulajevic di Messina).
Note: Ammoniti Pesce (F). Angoli: 3-8. Recupero: 2′ pt; 4′ st. Al 17’pt Ravaglia para un calcio di rigore a Caracciolo

GUBBIO – Niente da fare, vittoria ancora rinviata per il Gubbio che ferma sul pari la Feralpisalò (0-0), giunta in Umbria col tecnico della Berretti, ma che non riesce a trovare i tre punti che le servirebbero per morale e classifica.

Primo tempo. Al minuto 11 pericoloso il Gubbio:  Sbaffo apre sulla destra per Bangu che crossa in area, colpo di testa di Tavernelli con la palla che lambisce il palo. Risponde la formazione bresciana con Contessa che lancia in contropiede Ceccarelli che lascia sul posto Filippini e Bacchetti ma viene steso da Ravaglia: rigore, con il portiere che ipnotizza l’airone Caracciolo. A seguire ci prova Ceccarelli di testa, palal in angolo.

Al 27′ corner di Maiorino, Scarsella salta e di testa sfiora il palo. Al 33′ ancora Maiorino che ci prova con un cross dalla sinistra, con Scarsella che si ritrova a tu per tu con il portiere in area, ma stavolta Bacchetti è lesto e libera tutto. Sempre l’ex Livorno in contropiede per Scarsella, palla sul palo, poi prima del riposo Benedetti calcia una punizione dai 20 metri, palo anche per il rossoblù.

Secondo tempo. Scarsella e Legati impegnano presto Ravaglia, ma nessuno ci arriva e la palla va a lato. Al 23′ cross da destra di Sbaffo, testa di Sorrentino a lato di un niente. Poi al 35′ occasionissima salodiana: Maiorino calcia direttamente su punizione dal limite con un tiro di sinistro che si stampa all’incrocio dei pali a portiere ormai battuto. Nel finale,   Meli che serve al limite Sbaffo che calcia in diagonale di destro dal limite e la palla scheggia il palo. Finisce a reti bianche.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere