CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Il derby del Rugby va al Terni che batte Perugia e allunga in vetta

Perugia Terni Sport Altri

Il derby del Rugby va al Terni che batte Perugia e allunga in vetta

Redazione
Condividi

LA SUPERGOMMA TERNI RUGBY – RUGBY PERUGIA 26-20

LA SUPERGOMMA TERNI RUGBY: Palmieri, Lidi, Giorgi, Carapis, Pietrelli, Gobbo, Novelli, Lausi, Canulli, Giovenali, Benedetti, Arca, Natalini, Piergentili. In panchina: Diamanti, Frittella, Cardinali, Simeoni, Baiocco, Vergani, Petrucci. Allenatore: Pariboni.

RUGBY PERUGIA: Falcioni, Barbalata, Marionni, Volpa, Falcinelli, Bocchino, Bellezza, Piermatti, Degli Esposti, Capitini, Falcioni, Rossetti, Gabrielli, Cetra, Lucarelli. In panchina: Cassetti, Perna, Bolli, Arcelli, Mazzullo, Tardioli, Ciotti. Allenatore: Gabrielli.

ARBITRO: Giacomo Favorini sez. Marche Sud

PUNTI: 1′ mt Arca tr Giorgi, 15′ mt Giorgini, 25′ mt Falcioni tr Falcioni, 31′ cp Falcioni, 39′ mt Piergentili tr Giorgi, 55′ mt Rossetti tr Falcioni, 59′ cp Falcioni, 75′ mt Gobbo tr Giorgi

TERNI -Con un finale vietato ai deboli di cuore i Draghi de La Supergomma Terni Rugby sorpassano all’ultima curva il Perugia e mantengono, anzi rafforzano, il primato in classifica nel girone umbro-marchigiano di Serie C2. Primato che stava sfuggendo, per merito di un Perugia mai domo e a suo agio sul campo fangoso e pesante per la pioggia caduta durante tutto il match. Ci ha pensato il capitano Andrea Gobbo con una meta siglata a pochi minuti dalla fine a firmare la splendida vittoria, ottenuta davanti a un pubblico caloroso e numeroso, arrivato al campo di Via del Cardellino per sostenere i rossoverdi nonostante il maltempo. All’inizio sembra tutto facile per i Draghi con una meta di Arca nella prima azione e la seconda meta di Giorgini al quarto d’ora. Ma i Draghi devono rinunciare presto a Carapis e poi a Lausi, usciti per infortunio e il Perugia a metà primo tempo si rifà sotto con una meta trasformata e un calcio di punizione dell’ottimo Falcione. In chiusura di tempo i Draghi segnano di nuovo con Piergentili e Giorgi dalla piazzola mette il break che sembra decisivo (19-10 per i Draghi al riposo). Ma nel secondo tempo il Perugia non si arrende e in quattro minuti compie l’incredibile sorpasso grazie a una meta di Rossetti (trasformata da Falcioni) e poi da un calcio di punizione dello stesso Falcioni concesso per fuorigioco. Perugia a questo punto è avanti di 1 punto e la beffa sembra ormai dietro l’angolo. Ma i rossoverdi di Mario Pariboni questa partita non la vogliono perdere e gettano il cuore oltre l’ostacolo. Capitan Gobbo si fionda su un pallone che viene riconquistato in seguito a una mischia giocata dagli ospiti e va schiacciare in meta sommerso dall’abbraccio dei compagni. La quarta meta segnata vale a Draghi anche il punto bonus, mentre il divario inferiore ai 7 punti vale al Perugia l’amara consolazione del punto bonus sconfitta. Terni aumenta così la distanza da Perugia che passa da 2 a 6 punti, in attesa domenica prossima di affrontare il Gubbio in trasferta.

Altri risultati: Città di Castello – Gubbio 15-46; Unione Orvietana – Guardia Martana 25-14; Foligno – Fabriano

SERIE A – Barton Cus Perugia sconfitto

Barton Cus Perugia – Cavalieri Prato Sesto 10-36 (dpt 10-17)

Barton Cus Perugia: Sportolari (2’st Novelli), Milizia F. (Sonini), Franzoni, Crotti, Masilla, Bigarini, Paoletti (1’st Gioè), Khayari (2’st Macchioni), Scaloni, Bellezza M. (20’st Peter Rios), Gatti, Milizia T. (2’st Betti), Cecchetti (2’st Bello), Tesorini, Pettirossi (2’st Bellezza E.). All.: Speziali.

Cavalieri Prato Sesto: Lunardi, Torri, Fattori, Noviro, Bartalli, Puglia, Marzucchi, Paulin, Reali, Fabbri, Mardegan, Gianassi, Casini, Scuccimarra, Borsi. Entrati: Nannini, Monetti, Ruotolo, Calamai, Della Ratta, Nannini, Antonini, Belli. All.: Pratichetti.

Arbitro: Federico Meconi

Marcatori – Primo tempo: 4′ cp Puglia (0-3), 6′ cp Masilla (3-3), 15′ m Casini tr Puglia (3-10), 20′ m Khayari tr Masilla (10-10), 33′ m Fabbri tr Puglia (17-10). Secondo tempo: 20′ m Reali tr Puglia  (10-24), 25′ m Lunardi (10-29); 32′ m Nannini tr Lunardi (10-36).

Cartellini: 32’pt giallo Bellezza M., 38’pt giallo Milizia, 9’st giallo Fattori, 34’st giallo Paulin

Gli altri risultati: L’Aquila – Gran Sasso 34-18, Benevento – Primavera 20-14.

Classifica girone 4: Cavalieri 25 punti, L’Aquila 21, Benvento 20, Barton Cus Perugia 14, Pimavera 13, Gran Sasso 9.

SERIE A DONNE 

Donne Etrusche – Cus Ferrara 29-5

Donne Etrusche: Mastroforti, Pinto, Matteo (65′ Giovannini), Bianchi, Bettarelli, Barilari, Pagani (73′ Salvatori), Keller, Cimino A. (50′ Cimino G.), Marcorelli, Roggi ( 70′ Sparla), Lanini ( 65′ Martignago), Bartolozzi, Rossini, Aljbour. A disp.: Panfili, Rofi, Piccioni. All.. Villanacci.

Punti Donne – Mete: 5′ Pagani, 10′, 30′ e 80′ Bianchi, 25′ Pinto. Trasformazione: 10′ Bianchi.

SIENA – Le Donne Etrusche, impegnate questa domenica al campo Sabbione di Siena contro la compagine ferrarese, cercano di imporre subito il proprio ritmo e ci riescono andando subito in meta con Pagani, su un bel gioco di mani. Le ospiti non ci stanno e macinano gioco ma nulla possono contro l’attenta difesa etrusca che anzi recupera il pallone e segna la seconda metà con Bianchi. La partita è giocata punto su punto ma l’esperienza delle padrone di casa fa da padrona. Anche dopo una bella azione al largo, Pinto schiaccia alla bandierina per il 17-0. La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo con le Etrusche in possesso del pallone e dopo pochi minuti, l’immancabile Bianchi evita le avversarie e si invola in meta conquistando anche il punto del bonus. Subito dopo le Donne perdono la concentrazione e le ferraresi cercano in ogni modo di smuovere il tabellino, riuscendo al 60′ a portarsi sul 22-5. Nel finale, all’80, sempre Bianchi chiude la partita sul 29-5. Domenica prossima, ultima giornata di andata del campionato femminile di serie A, le Donne giocheranno in casa delle Belve Neroverdi.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere