CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sisma, il cardinal Bassetti a San Pellegrino di Norcia: “Curiamo le ferite di questa terra”

Perugia Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Città

Sisma, il cardinal Bassetti a San Pellegrino di Norcia: “Curiamo le ferite di questa terra”

Redazione
Condividi

NORCIA – L’8 gennaio, giorno in cui la Chiesa celebra il Battesimo del Signore, il cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti è ritornato dopo poco più di un mese a San Pellegrino, una delle frazioni di Norcia più colpita dal terremoto. Il cardinale presidente della Ceu, accompagnato dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia monsignor Renato Boccardo, è giunto nel primo pomeriggio ed ha presieduto la celebrazione eucaristica domenicale nella tensostruttura allestita dalla Protezione civile e dai Vigili del Fuoco a seguito della prima forte scossa del 24 agosto scorso. Accolto con tanto calore da abitanti e soccorritori, in una delle giornate più rigide di questo inizio d’inverno (la temperatura esterna di sera è arrivata a – 13 gradi), il porporato ha avuto per tutti loro parole di incoraggiamento e gratitudine, sottolineando il costante impegno di monsignor Boccardo presso le popolazioni terremotate dell’Archidiocesi. «Sono rimasto impressionato per come il vostro pastore – ha commentato il cardinale – ha saputo stare in mezzo a voi nel consolarvi e confortarvi di tante pene che portate nella vostra vita. Insieme a lui ringrazio i parroci della Valnerina, in particolare il vostro don Marco Rufini, che non si sono mossi dalle loro parrocchie e condividono i disagi della vita di ogni giorno, aumentati in questo periodo a causa del freddo intenso. Ringrazio i religiosi e le religiose di questa terra che con la loro preghiera invocano costantemente l’aiuto di Dio. Tanta gratitudine esprimo agli uomini della Protezione civile, dell’Esercito, dei Vigili del fuoco e delle Forze dell’ordine per l’aiuto offerto, e ai tanti volontari che vi assistono tra i quali i miei diocesani Rinaldo e Francesca da poco sposi».

Parole che il presidente della Ceu ha rivolto anche a nome di tutti i vescovi dell’Umbria, che vennero in visita nelle zone terremotate il 6 dicembre. Ad Ancarano di Norcia tennero la riunione di fine anno della Conferenza episcopale regionale (Ceu), in segno di vicinanza e condivisione con le tante famiglie e realtà civili e religiose messe a dura prova dal sisma.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere