CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana fuori dalla Coppa: la Viterbese rimonta e vince all’overtime

Calcio Terni Sport Extra EVIDENZA2

Ternana fuori dalla Coppa: la Viterbese rimonta e vince all’overtime

Emanuele Lombardini
Condividi

VITERBESE (3-4-1-2): Valentini; Atanasov, Rinaldi, Sini; Baldassin, Ngissah, Damiani (26’st Cenciarelli) Mignanelli (33’st Zerbin); Pacilli (4’sts Tsonev); Polidori, Vandeputte (4’sts Coda). A disp: Demba, Bertollini,, Del Prete, Palermo, Milillo, Ricci, Artioli, Molinaro,  All. Calabro.
TERNANA (3-5-2): Gagno; Hristov, Bergamelli, Pobega; Furlan (1’pts Bifulco), Defendi, Paghera (5’sts Callegari), Rivas, Giraudo; Marilungo, Nicastro (1’pts Altobelli). A disp: Vitali,Frediani, Mazzarani, Cori, Filipponi, Niosi. All. Calori
Arbitro: Paterna di Teramo
Marcatori: 4’pt Bifulco (T), 38’st rig Polidori (V), 15’pts Nigissah (V)
Note: al 25’st Gagno (T) para un rigore a Pacilli (T). Espulsi 38’st Bergamelli (T) per fallo da ultimo uomo, al 10’sts Ngissah (V) per doppio giallo, al 15’sts Marilungo (T) per doppia ammonizione. Ammoniti Frediani (T), Paghera (T),  Hristov (T), Defendi (T), Pacilli (V), Callegari (T). Recuperi: 0’pt 3’st, 3’sts

VITERBO– La Ternana saluta la Coppa Italia. Nella prosecuzione del match interrotto per neve la settimana scorsa, la Viterbese ribalta il risultato e alla fine vince 2-1. Laziali avanti, troveranno il Teramo, rossoverdi a casa.

Le scelte. Si riparte con grandi cambiamenti. Valentini in porta per i laziali, che per recuperare lo svantaggio schierano anche Vandeputte al fianco di Pacilli e Polidori. Fra i rossoverdi Pobega centrale di difesa con Paghera e Furlan a centrocampo e coppia d’attacco cambiata.

LEGGI IL PRIMO TEMPO DELLA SFIDA

Secondo tempo. Chiaramente la Ternana non ha interesse a forzare ma non può nemmeno sedersi. Prima occasione rossoverde, al 2′: discesa di Furlan sulla destra, Marilungo solo in area svirgola malamente il pallone. La Viterbese ci prova con l’ex Pacilli (due volte) e poi con Sini, il cui tiro viene respinto: sulla ribattuta, palla alta.

La Ternana risponde con due conclusioni firmate Marilungo: la prima è al termine di una azione convulsa in area gialloblù e va alta di poco, la seconda è un tiro a mezza altezza che trova il varco buono, ma una mira non altrettanto e finisce anche questo sopra la traversa. Rivas dalla sua parte ha vita facile e al 22′ trova uno spazio buono ed impegna la difesa locale, poi però non riesce a rimettere in mezzo il pallone.

Al 25′ Paghera combina la frittata: su una punizione da buona posizione, il centrocampista tocca la palla con la mano, anche se forse prima della linea: è rigore, che Pacilli tira e Gagno para, spendendo poi la palla sul palo. Poco dopo destro al volo di Polidori centrale facile per Gagno. La Viterbese, come è logico, prova a forzare e la Ternana va in bambola: Polidori scappa via in area, Bergamelli lo strattona e viene espulso. Nuovo rigore, stavolta tira l’ex Sporting Terni che non sbaglia. Tutto da rifare, ma la Ternana è di nuovo nel panico, tanto che poco dopo anche Hristov si fa ammonire per un fallo di frustrazione su Pacilli. L’ex rossoverde al 44′ va nuovamente vicino al gol con un rasoterra velenoso, che Gagno però sventa in angolo. Si va ai supplementari.

Supplementari. Calori si gioca in sequenza Bifulco, Altobelli e Callegari ma è sempre la squadra laziale a fare la partita. Al 1′ botta di Baldassin dalla distanza e palla di poco a lato, al 10′ occasionissima da calcio franco per le Fere ma Marliungo tutto solo non riesce a girare in rete da buona posizione. Risponde la Viterbese con Zerbin che scappa al controllo rossoverde e in tira in corsa, spedendo a lato. Al 13′ il terreno di gioco tradisce Gagno che scivola sul rinvio e mette il pallone sul piede di Polidori, ma il tiro dell’attaccante da 25 metri è respinto di piede da Gagno in uscita.

Azioni di gioco confuse, la Ternana è pasticciona, la Viterbese invece ha fretta di chiudere. A forza di provarci, la formazione di Calabro il gol lo trova, in maniera rocambolesca, risolvendo una mischia. Nel secondo overtime l’unica occasione vera è una punizione di Defendi al 7′ girata in angolo da Valentini che poi ricaccia fuori anche la palla sull’azione che segue. Il rosso a Ngissah rimette le cose a posto numericamente, ma dura poco: all’ultimo minuto Marilungo si fa cacciare per doppio giallo (calcio a un giocatore della Viterbese).  La punizione dal limite di Defendi che finisce contro la barriera chiude il match. Ternana eliminata. Sarà pure un sollievo, ma davvero, non si vince più

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere