CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio, successo nel recupero col Lumezzane: decide un gol di Ferretti

Calcio Alta Umbria Sport

Gubbio, successo nel recupero col Lumezzane: decide un gol di Ferretti

Redazione sportiva
Condividi

Gubbio-Lumezzane 1-0

GUBBIO (4-3-3) Volpe, Kalombo, Marini, Piccinni, Petti; Giacomarro, Croce, Valagussa (31’Bergamini); Lafuente (6’st Ferri Marini), Candellone, Ferretti (43’Rinaldi). A disp.: Zandrini, Marghi, Rinaldi, Zanchi, Burzigotti, Conti, Romano, Bergamini, Ferri Marini, Casiraghi, Lunetta. All.:Magi.

LUMEZZANE (4-3-3) Pasotti; Bonomo, Sorbo, Tagliani, Allegra (37’pt Varas), Arrigoni, Quinto, Gentile; Bacio Terraciano (25’st Speziale), Russini, Lella (10′ Musto). A disp.: Carboni, Bagatini, Speziale, Musto, Marra, Rizzi, Varas, Leonetti, Padulano, Zappacosta, Oggiano. All.: De Paola

ARBITRO:  Vigile di Cosenza (assistenti: Palermo-Dibenedetto)

MARCATORE: 29′ Ferretti

NOTE: Ammonti: Arrigoni, Varas. Giornata fredda, campo in buone condizioni. Recupero: 2′ pt; 3’st

GUBBIO – Nel recupero della gara non giocata  lo scorso 22 gennaio per impraticabilità del campo causa neve il Gubbio supera 1-0 il Lumezzane. Decide un pallonetto di Ferretti al 29′ del primo tempo.

La partita. Prima occasione al 12′ per i rossoblù:  Valagussa  si accentra e tira di destro trovando Tagliani pronto alla deviazione di piede. Risposta ospite al 23′: l’ex Ternana Russini si libera di Valagussa e serve Lella, appostato sul secondo palo che solo davanti al portiere tira fuori, salvo poi vedersi fermato per offside. Vantaggio al 29′: Candellone serve Ferretti che si produce in un pallonetto che finisce sotto la traversa. Prima della fine del tempo i Lupi potrebbero anche raddoppiare:  Candellone scappa sulla destra e mette in mezzo per Lafuente che però non arriva sulla sfera:  ci arriva invece Ferretti che tira di sinistro; palla che Pasotti respinge sul palo.

Ripresa. Gubbio subito pericoloso con Kalombo che serve Lafuente il quale non riesce a girare in rete; poi occasionissima al minutto 8′: mischia furibonda in area Lumezzane, Piccinni trova la deviazione con Pasotti che si salva. Al 16′ ancora in area, un rimpallo favorisce Ferri Marini, che invece di calciare cerca la soluzione difficile e di potenza, trovando Pasotti pronto alla deviazione. Poi il Lumezzane è pericoloso due volte. La prima al 26′: mischia in area Gubbio, palla a Gentile e tiro bloccato in due tempi da Volpe; la seconda con Varas che calcia centrale (Volpe para): nella stessa azione, in precedenza Valagussa aveva calciato a lato una bella palla di Ferretti. Fino alla fine più nulla.

DOPOGARA

Magi a Rgm: “Solco netto sulla zona retrocessione“. Magi parla ai microfoni di Rgm: “E’stata una partita completamente diversa rispetto a quella di domenica e non era facile interpretarla: siamo stati macchinosi all’inizio e abbiamo sofferto la loro capacità di chiudere gli spazi, poi siamo riusciti a sbloccarla mancando però il 2-0 che poteva penalizzarci alla lunga e invece siamo stati bravi a portare a casa l’intera posta. Oggi abbiamo segnato un solco netto con la zona retrocessione e anche far giocare chi sinora ha giocato meno credo possa far sentire coinvolto l’intero gruppo, un gruppo compatto e che sta dimostrando di essere la vera forza di questa squadra. L’unico rammarico odierno è che non siamo riusciti a chiudere la partita però ho visto grande determinazione e voglia di lottare su ogni pallone, possiamo migliorare soprattutto in certe situazioni tattiche”.

Pannacci a RGM: “Salvezza raggiunta”. Alla radio parla anche il ds Giuseppe Pannacci: “Questi sei punti sono importantissimi, per di più ottenuti su un terreno che non ci fa esprimere al meglio ma sono state due partite di alto livello. Ora l’obiettivo salvezza è pressochè raggiunto, affrontiamo ora la trasferta di Padova con serenità ma anche con la consapevolezza di poter continuare a far bene. Abbiamo operato sul mercato come ritenuto opportuno su indicazioni di presidente e societa’, ora vedremo per quanto riguarda i rinnovi contrattuali”

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere