CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio, rigore amaro: la Maceratese espugna il Barbetti al novantesimo

Calcio Alta Umbria Sport

Gubbio, rigore amaro: la Maceratese espugna il Barbetti al novantesimo

Redazione sportiva
Condividi

Gubbio-Maceratese 0-1

GUBBIO (4-3-1-2): Narciso; Marini, Burzigotti, Rinaldi, Zanchi;  Giacomarro (26’st Conti), Croce, Valagussa; Casiraghi; Ferretti, Candellone. A disp: Volpe, Pollace, Petti, Romano, Bergamini, Genghini, Costantini, Ricci, Kalombo, Tavernelli. All. Magi

MACERATESE (4-3-3): Forte; Ventola, Bondioli, Gattari, Perna; Malaccari, Quadri (35’st Mestre), De Grazia; Turchetta (27’st Palmieri) Colombi (48’st Franchini), Petrilli. A disp: Moscatelli, Gremizi, Broli, Marchetti, Cantarini, Massei, Allegretti, Quadrini, Bangoura All Giunti

ARBITRO: De Remigis di Teramo (Cecchi-Garzelli)

MARCATORE: 45’st rig Colombi

NOTE: Serata fresca, cielo coperto, terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori 1.367, di cui 103 ospiti. Espulso Rinaldi (G) per proteste dopo il fischio finale. Ammoniti: Croce, Giacomarro (G), De Grazia, Forte (M). Calci d’angolo: 8-2. Recupero. 1’Pt 5’st

GUBBIO-  Finisce fra le proteste e la rabbia. Due gol annullati e un rigore contestato segnano la partita del Gubbio, che cade in casa al 90’ contro la Maceratese. Finale convulso, con l’espulsione di Rinaldi, per le vivaci proteste seguite alla rete di Colombi.

La partita. Magi conferma Casiraghi alle spalle di Ferretti e Candellone con Narciso in porta e Giacomarro in mezzo al posto dell’infortunato Romano. La Maceratese allenata dall’ex grifone Federico Giunti schiera invece un 4-3-3 con Bondioli al posto di Gattari al centro della difesa. E’ la partita degli ex: il tecnico eugubino Magi nel 2015 aveva condotto fra i professionisti i marchigiani al termine di una stagione senza sconfitte, Marini, Petti, Croce, Romano e l’assente Ferri Marini hanno vestito il biancorosso, mentre Malaccari ha vestito il rossoblù.

Partenza gagliarda delle due squadre. La prima occasione è per Colombi che impegna Narciso con una conclusione dal limite che lo costringe ad una respinta a terra, poi sugli sviluppo di un corner Marini salta di testa e la palla centra la traversa. Ospiti ancora arrembanti: Petrilli crossa da destra per De Grazia che tutto solo calcia a botta sicura, trovando Narciso pronta alla respinta. Lentamente viene fuori il Gubbio: al 31’ Giacomarro libera Casiraghi che tira sulla traversa, a seguire Ferretti ci prova di prima intenzione ma Forte controlla bene. Proteste rossoblù per una rete annullata al 36’: Ferretti aveva messo in rete di testa a porta vuota dopo una ribattuta di Candellone, l’arbitro però vede un fallo. Due minuti dopo destro a girare di Candellone diretto all’angolino che Forte manda in angolo.

La ripresa si apre con un destro di Casiraghi che si stampa sul palo, poi Colombi da posizione defilata impegna Narciso che respinge coi piedi. All’8’occasionissima per la Maceratese: cross da destra per  Petrilli che non riesce a mettere dentro da ottima posizione con il pallone che viene deviato in angolo, Ancora gli ospiti pericolosi al 28’: punizione a girare da posizione defilata di Quadri e palla sul palo; poco prima Candellone si era fatto pescare in fuorigioco a tu per tu con Forte.

Il Gubbio non riesce più a sfondare e gradualmente la Maceratese guadagna metri: il tiro di Malaccari (minuto 38) alto sopra la traversa è il campanello d’allarme che il livello di rischio si è alzato. Al 90’ il fallo di Narciso, contestato dai rossoblu che provoca il rigore: Colombi segna, la Maceratese sbanca il Barbetti. Il Gubbio ci resta di sasso.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo