CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Gubbio, pazza domenica a Imola ma niente vittoria: rossoblu giù 1-0

Calcio Alta Umbria Sport Città

Gubbio, pazza domenica a Imola ma niente vittoria: rossoblu giù 1-0

Redazione sportiva
Condividi

Imolese-Gubbio 1-0

Imolese (4-3-1-2): Rossi; Garattoni, Boccardi, Carini, Fiore (17′ pt Sciacca); Valentini, Carraro (39′ st Bensaja), Gargiulo; Belcastro (23′ st Mosti); De Marchi (1′ st Rossetti), Giovinco (1′ st Lanini). A disp.: De Gori, Tissone, Zucchetti, Giannini, Hraiech, Checchi, Tattini. All.: Dionisi.

Gubbio (4-3-1-2): Marchegiani; Schiaroli (1′ st Tofanari), Espeche, Piccinni, Lo Porto (15′ st Pedrelli); Casoli, Ricci (19′ st Conti M.), Benedetti; Casiraghi (31′ st Battista); Marchi, Plescia (15′ st Campagnacci). A disp.: Battaiola, Nuti, Paolelli, De Silvestro, Tavernelli. All.: Sandreani.

Arbitro: Monaldi di Macerata (Pompei Poentini di Pesaro e Di Monte di Chieti).

Rete: 8′ st Lanini

Ammoniti: Espeche (G), Giovinco (I), Casoli (G), Piccinni (I)

IMOLA – Domenica da dimenticare per il Gubbio, che esce sconfitto di misura dal confronto in trasferta con l’Imolese. Padroni di casa pericolosi al 7’, con Belcastro che la manda di poco sopra la traversa. Al 14’, su assist di Casiraghi, Benedetti bacia il palo della porta avversaria. L’urlo di gioia per i lupi si strozza in gola al 18’, quando con una bella rovesciata Marchi insacca. La sua posizione, però, viene considerata irregolare e per questo la marcatura viene annullata. Al 30’ passaggio filtrante di Casiraghi per Plescia, col portiere dei romagnoli che pare in uscita. Al 32’ palo dell’Imolese con Gargiulo. Marchegiani sventa il pericolo portato da Belcastro al 38’ con una parata in acrobazia. Si va così negli spogliatoio sullo 0-0. Nella ripresa, i casalinghi trovano il gol del vantaggio all’8’. Errore in fase di attacco per gli umbri, successivamente Lanini viene servito da Carini e insacca la sfera. Al 14’ padroni di casa vicini al raddoppio, ma Marchegiani riesce a parare un calcio di rigore tirato da Belcastro. La bravura dell’estremo dei locali, Rossi, che para in due tempi la conclusione di testa di Marchi mette fine a ogni speranza dei lupi di riportare a casa almeno un punto.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere