CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio, parla la donna che ha ucciso il marito: “Ho deciso di strozzarlo mentre dormiva, mi umiliava me e i figli”

EVIDENZA Cronaca e Attualità Alta Umbria Extra

Gubbio, parla la donna che ha ucciso il marito: “Ho deciso di strozzarlo mentre dormiva, mi umiliava me e i figli”

Redazione
Condividi

Via Cristini (Foto Trg )

GUBBIO – Ha sostenuto di avere accoltellato mortalmente il marito, giovedì pomeriggio in casa a Gubbio, perché esasperata dalle continue liti e dal suo comportamento “dispotico” Maria Grazia Fioriti, 76 anni, accusata dell’omicidio di Enzo Bei Angeloni, 79, per il quale è indagata a piede libero per omicidio volontario. Lo ha fatto nell’interrogatorio davanti al sostituto procuratore Manuela Comodi, nel quale è stata difesa dagli avvocati Luigi Santioni e Claudio Fiorucci.

Domande “La nostra assistita è apparsa molto provata, rinchiusa in se stessa” ha detto l’avvocato Santioni spiegando che ha comunque reso “piena confessione”. “Ha risposto alle domande del pubblico ministero – ha aggiunto – e ricostruito gli eventi a grandi linee, non sapendo tuttavia indicare nel particolare i suoi comportamenti. Ricorda che il marito si è coricato dopo l’ennesima lite avvertendola che, una volta riposato e svegliato, l’avrebbe strozzata. A quel punto sarebbe andata in cucina, preso un coltello e colpito l’uomo”. E’ stata poi la stessa donna, ex impiegata delle Poste in pensione, a chiamare i carabinieri. Secondo la versione di Fioriti agli inquirenti, la situazione familiare sarebbe peggiorata negli ultimi anni. In particolare “da quando il marito era andato in pensione e stava tutto il giorno a casa” ha detto l’avvocato Santioni.

Litigi “I litigi erano continui – ha proseguito -, sia con la moglie sia con il figlio. La nostra assistita ha descritto episodi di umiliazione, di comportamenti dispotici, nonostante la malattia dell’uomo. Maria Grazia Fioriti pur rimproverando al marito i soprusi passati, è apparsa confusa e veramente contrita per quanto fatto”. L’autopsia sul corpo dell’uomo sarà svolta domani dalla dottoressa Marta Bianchi. I colpi sarebbero stati inferti al torace e, probabilmente quello mortale, alla base del collo.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere