CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio, pari e fortuna a Vicenza contro la matricola Arzignano Valchiampo

Calcio Alta Umbria Sport

Gubbio, pari e fortuna a Vicenza contro la matricola Arzignano Valchiampo

Redazione sportiva
Condividi

ARZIGNANO VALCHIAMPO (4-3-3): Tosi; Tazza, Pasqualoni, Bachini, Perretta; Casini (37′ st Valagussa), Maldonado (37′ st Hoxha), Balestrero; Cais (24′ st Flores Heatley), Pattarello (44′ st Ferrara), Rocco. A disp.: Amatori, Antoniazzi, Bozzato, Cavaliere, Piccioni, Bonalumi, Lo Porto. All.: Colombo.
GUBBIO (4-3-3): Ravaglia; Munoz (1′ st Cinaglia) (16′ st Bangu), Konatè, Bacchetti, Filippini; Malaccari (1′ st Lakti), El Hilali, Sbaffo; De Silvestro, Manconi (38′ st Sorrentino), Meli (1′ st Cesaretti). A disp.: Zanellati, Maini, Zanoni, Ricci, Battista, Tavernelli. All.: Guidi.
Arbitro: Cherchi di Carbonia (Piedipalumbo di Torre Annunziata e Nasti di Napoli).
Marcatori: 45′ pt Maldonado (A), 20′ st Cesaretti (G).
Note: Ammoniti Sbaffo (G), Sorrentino (G). Angoli: 6-4. Recupero: 1′ pt; 4′ st.

VICENZA – Finisce 1-1 allo stadio Romeo Menti di Vicenza fra il Gubbio e la matricola Arzignano Valchiampo.

Le scelte. Nel Gubbio il ballottaggio fra portieri lo vince Ravaglia, torna Munoz in difesa col nuovo arrivato Cinaglia che va in panchina, come Sorrentino. Nella formazione veneta parte in panchina l’ex Valagussa. In porta Tosi, ex Virtus Verona.

Primo tempo. Veneti subito pericolosi con Perretta che scappa dalla sinistra, mette un pallone tagliato in area per Rocco che trova Konatè in opposizione. Il Gubbio si affaccia al 23′: Munoz pennella area un cross da destra, a rimorchio Sbaffo di testa cerca la porta, ma Tosi para a terra. Rispondono i gialloblù: Casini apre per Pattarello che si invola in area da sinistra e calcia forte con il mancino, palla che sfiora il montante. Il gol è nell’aria: lo cerca Casini, su passaggio filtrante di Balestrero con Konatè che si immola, lo trova, prima del recupero l’ecuadoregno Maldonado:  destro potente da calcio piazzato dai 20 metri, la palla supera la barriera per poi balzare a terra e inganna il portiere Ravaglia in tuffo.

Ripresa. Il Gubbio si getta in avanti a caccia del pari. Al 5′ Sbaffo pennella in area, girata di Manconi e palla a lato. Maldonado sfiora il bis (Ravaglia para), poi di nuovo Gubbio pericoloso: corner di Cesaretti con Sbaffo che salta di testa ma tira in bocca a Tosi. Pari improvviso, al 20′: Sbaffo lancia lungo in area, velo di testa di Manconi, con Cesaretti che di piatto destro segna. L’Arzignano potrebbe subito segnare il 2-1 per un errore in uscita di Ravaglia, che Casini non sfrutta, ma è il preludio ad un finale da brivido che vede i veneti sfiorare ancora due volte il colpo del ko, prima con Rocco (colpo di testa rasente al palo) e poi con Flores Heatley che si invola verso la porta e calcia di esterno destro dal limite;  la palla colpisce  il palo interno e ritorna in campo. Nel finale, ancora due occasioni venete: Ravaglia in tuffo salva su Flores e poco dopo Valagussa centra il palo.