venerdì 18 Giugno 2021 - 23:29
31.9 C
Rome

Gubbio, l’ultimo saluto a Samuel Cuffaro. Il vescovo: “Era un’anima gentile”

Presenti le autorità civili e religiose, con in testa il sindaco Filippo Stirati, col gonfalone comunale listato a lutto.

GUBBIO – Folla commossa ai funerali di Samuel Cuffaro, il diciannovenne morto nell’esplosione dell’azienda agricola eugubina che produceva cannabis terapeutica.

Alla chiesa della Madonna del Ponte presente il vescovo Luciano Paolucci Bedini che ha officiato i funerali di quella che ha definito “anima gentile”. “Questo è il giorno delle lacrime, questo è il giorno in cui dobbiamo avere il coraggio di piangere, le lacrime sono le cose più vere che abbiamo”, ha detto il presule. Presenti le autorità civili e religiose, con in testa il sindaco Filippo Stirati, col gonfalone comunale listato a lutto.

La bara è stata portata in chiesa dagli amici “Samuel è morto nel luogo in cui lavorava – ha detto il vescovo durante l’omelia – ma Samuel non era solo questo. Era molto di più, un ragazzo che sapeva dire parole profonde, altre le ha espresse con il teatro, la musica  e l’amicizia.”

Il presule ha lanciato anche un monito: ” Oggi non ha senso dividersi su questo tema, nessuno può essere pro o contro il lavoro, perchè non può esserci vita senza il lavoro. Ma no al lavoro a tutti i costi: ai ragazzi dico, non accettate un lavoro che non rispetti la vostra dignità e se questo accade, urlate, bussate alle porte di noi adulti per farvi sentire. ”

Al termine della funzione la lettura di riflessioni e poesie affidate ad amici del ragazzo, quindi l’uscita dalla chiesa tra ali di persone che si sono strette ai familiari. Palloncini azzurri e bianchi per Samuel che sono stati lanciati in aria mentre il feretro lasciava il sagrato. Domani alle 15.30 a Sigillo i funerali dell’altra vittima, Elisabetta D’Innocenti.

Foto TRG Media.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi