mercoledì 8 Febbraio 2023 - 02:03
19.7 C
Rome

Gubbio, il tiro a segno con l’Albinoleffe vale una vittoria in rimonta (2-1)

Posticipo di Lega Pro. L'ex Loviso porta avanti i seriani, poi dopo un incredibile forcing e undici calci d'angolo (a zero) Valagussa e Rinaldi ribaltano il risultato. Rossoblù di Magi a quota 13

Albinoleffe-Gubbio 1-2

ALBINOLEFFE (3-5-2): Coser; Zaffagnini, Gavazzi, Magli; Gonzi (21′ st Anastasio, 30′ st Moreo), Agnello, Loviso, Giorgione, Cortellini; Mastroianni (21′ st Minelli), Virdis.  A disp: Cortinovis, Scrosta, Dondoni, Nichetti, Ammirati. All. Alvini.

GUBBIO (4-3-3): Volpe; Marini, Burzigotti (41′ st Petti), Rinaldi, Zanchi; Croce (21′ st Giacomarro), Romano, Valagussa; Ferretti, Candellone, Casiraghi (43′ st Kalombo). A disp: Narcis, Pollace, Ferri Marini, Marghi, Conti, Bergamini, Costantini, Tavernelli. All. Magi.

ARBITRO: Panarese di Lecce (Cipressa, Solazzi).

MARCATORI: 1′ pt Loviso (A), 26′ st Valagussa (G), 31′ st Rinaldi (G).

NOTE: Ammoniti Romano, Candellone (G), Loviso, Minelli (A). Angoli 0-11. Recupero: 0’ pt 4’st

BERGAMO – Torna alla vittoria (la terza consecutiva in trasferta) il Gubbio. In un Atleti Azzurri d’Italia deserto, i rossoblù si impongono 2-1 sull’Albinoleffe nel posticipo della settima giornata di campionato, salendo a quota 13 punti in classifica. Con Ferri Marini in panchina perché in non perfette condizioni, il tridente è Ferretti-Candellone-Casiraghi. Croce al posto di Giacomarro a centrocampo.

Una vittoria in rimonta, quella del Gubbio, perché è l’Albinoleffe a passare in vantaggio, già al pronti-via, con l’ex di turno Loviso: palla persa, il regista vede Volpe fuori dai pali e calcia da 50 metri, beffandolo.

La risposta del Gubbio arriva solo al minuto 22, con un gran tiro dalla distanza di Valagussa, alto di poco sopra la traversa. Al 27’ cross basso di Zanchi sul quale non arriva né Candellone né Romano, poco dopo Valagussa impegna Coser di testa, ma il portiere risponde prontamente. Il pressing rossoblù cresce, Ferretti e compagni spingono l’Albinoleffe nella propria area: ci prova Casiraghi, poi anche Candellone, che recupera una palla persa dai locali e  con un sinistro in diagonale sfiora il palo.

Gubbio tambureggiante anche ad inizio ripresa: subito Romano lancia Ferretti da fuori, ma l’esterno non ci arriva, poi Zanchi mette Valagussa davanti a Coser ma il centrocampista liscia clamorosamente l’intervento. Si rivede l’Albinoleffe al 16’: cross dalla trequarti di Giorgione e girata di prima intenzione di Mastroianni di poco sul fondo.

Si gioca ad una sola porta, quella di Coser e a forza di spingere il Gubbio segna. Minuto 71: altro cross di Zanchi, palla deviata che cade sul secondo palo dove Valagussa è pronto a girarla in rete. Il conto dei corner è il miglior indicatore della gara: 10-0 per il Gubbio. All’undicesimo calcio d’angolo (minuto 31 della ripresa), ecco il ribaltone, meritato: stacco di Rinaldi e gol del 2-1. Il team di Alvini risponde con un tiro al volo di Cortellini dal limite, forte ma centrale, che Volpi blocca. Poi dopo un brutto fallo di Loviso già ammonito sul quale l’arbitro sorvola limitandosi all’avvertimento verbale, ancora due occasioni per i locali, una per Moreo e una per Virdis, senza esito. Poi è solo festa rossoblù.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]