CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio di ferro: strappa un punto anche alla corazzata Feralpisalò

Calcio Sport

Gubbio di ferro: strappa un punto anche alla corazzata Feralpisalò

Redazione sportiva
Condividi

GUBBIO (4-3-1-2): Cucchietti; Ferrini, Signorini, Uggè, Munoz; Oukhadda (36’st Sdaigui), Megelaitis, Malaccari; Pasquato (36’st Pellegrini); Gomez (30’st Cinaglia), De Silvestre (23’st Gerardi). A disp.: Zamarion, Montanari, Lovisa, Sorbelli, Gaia. All: Torrente
FERALPISALÒ (4-3-1-2): De Lucia; Bergonzi, Legati, Giani, Brogni (25’st Rizzo); Carraro, Scarsella, Guidetti (25’st Petrucci); Gavioli (14’st Miracoli); Ceccarelli (11’st D’Orazio), De Cenco. A disp.: Liverani, Bacchetti, Vitturini, Messali, Pinardi, Mezzoni. All: Pavanel.
ARBITRO: Ricci della sezione di Firenze (assistenti: D’Elia e Niedda IV Uomo Centi)
MARCATORI: 28’pt Pasquato (G), 39’st Legati (F)
NOTE: Gara. Giocata a porte chiuse Ammoniti: Legati (F) Guidetti (F); Recupero 0‘pt, 3‘st

GUBBIO – La rabbia per la vittoria mancata c’è e si sente, ma alla fine, per il Gubbio di Torrente è più che positivo un pareggio contro la Feralpisalò seconda in classifica: la striscia positiva si allunga.

Chef Pasquato ha un menù prelibato. L’antipasto è al 7′: punizione conquistata da Gomez e destro mortifero che sfiora il montante. Poi al 28′ la portata principale: azione in velocità Megelaitis-Malaccari e scambio con il fantasista ex Juve che prende la palla al limite, dribbla e fa partire un tiro di destro di rara precisione con la sfera che si insacca a fil di palo a mezz’altezza. Pietanza talmente buona che il Gubbio vorrebbe fare subito il bis: oukhadda da destra trova un corridoio in avanti verso Pasquato che entra in area e poi cerca il piattone angolato. De Lucia però dice che il troppo stroppia e ci mette i piedi in uscita.

Si vede anche la Feralpi, due volte: prima e Cenco serve a due passi dalla porta Ceccarelli che calcia di destro centrale ma smanaccia Cucchietti che respinge. Poco dopo su punizione pennellata in area da Guidetti, è De Cenco che calcia sotto la traversa ma ancora Cucchietti vola e con la punta delle dita devia la sfera in angolo.

Nella ripresa scambio Munoz-Gomez e tiro al volo di sinistro che De Lucia manda in corner. Cucchietti lo imita al 10′ sul destro di Carraro e poco dopo, coi pugni uniti sul tiro di Brogni. D’Orazio, appena entrato sfiora il palo con un pallonetto, poi la doccia gelata del pari: corner di Guidetti, D’Orazio calcia dal limite e Legati a due passi dalla porta (tutto solo) con un tocco morbido di destro mette la palla in rete sfruttando un errore rossoblù sul fuorigioco che lascia la difesa immobile.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere