CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio con cuore e grinta, ma la capolista Sudtirol passa al Barbetti

Calcio Sport

Gubbio con cuore e grinta, ma la capolista Sudtirol passa al Barbetti

Redazione sportiva
Condividi

GUBBIO (4-3-1-2): Cucchietti (41′ pt Zamarion); Formiconi (36′ st Pellegrini), Uggè, Signorini, Migliorelli (36′ st Ingrosso); Oukhadda, Hamlili, Malaccari; Pasquato; Gomez, Fedato (21′ st De Silvestro). A disp.: Elisei, Cinaglia, Munoz, Megelaitis, Serena, Sdaigui, Sainz Maza. All.: Torrente.
SUDTIROL(4-3-1-2): Poluzzi; El Kaouakibi, Vinetot (29′ st Curto), Malomo, Fabbri; Tait, Gatto, Karic (12′ st Beccaro); Casiraghi (29′ st Voltan); Fischnaller (12′ st Marchi), Odogwu (44′ st Morelli). A disp.: Meneghetti, Pircher, Davi, Greco, Fink, Rover, Magnaghi. All.: Vecchi.
Arbitro: Monaldi di Macerata (assistenti: Somma e D’Apice IV Uomo Saia)
Marcatori: 28′ st Casiraghi (S), 41′ st Odogwu rig, (S), 44′ st Gomez (G).
Note: Gara giocata a porte chiuse, terreno allentato e scivoloso. Allontanato al 45′ il tecnico del Gubbio Torrente per proteste. Ammoniti: Migliorelli (G), Tait (S), Gomez (G), Formiconi (G). Angoli: 4-5. Recupero: 2′ pt; 5′ st.

GUBBIO – Serviva una impresa ed era oggettivamente molto complicato. Il Sudtirol capolista passa 2-1 al Barbetti. Lo fa con merito, ma la formazione di Torrente ha retto per un tempo e mezzo al cospetto di una compagine di altissimo livello.

Primo tempo Si gioca poco e male perchè il campo è piano di pozzanghere per la pioggia, ma le due squadre provano comunque ad imbastire qualcosa che somigli al calcio. Al 7′ ci prova il Gubbio con Malaccari e già al 9′ c’è una azione dubbia sulla quale i padroni di casa protestano parecchio:  Formiconi entra in area e crossa, col pallone che sembra sbattere sul braccio di Fabbri. L’arbitro lascia correre. Al 20′ una punizione velenosa dai quaranta metri di Pasquato calciata in area, tocco morbido di testa di Uggè, ma Poluzzi è pronto e abbranca la sfera a terra. Poco dopo gli ospiti segnano, dai 40 metri, con un calcio franco dell’ex Casiraghi, ma il direttore di gara ravvisa una carica di Vinetot sul portiere Cucchietti e annulla.

Proteste anche degli ospiti per una scivolata di Uggè su Odogwu, fra gambe e pallone, niente da fare anche stavolta. Sul corner assegnato in questa occasione, Fischnaller in mischia di sinistro calcia a rete, ma Cucchietti è provvidenziale respingendo in tuffo. Al 35′ dopo un assolo sulla trequarti di Malaccari, assist per Pasquato che cerca la porta con un tiro dai venti metri di destro, ma la palla va sopra la traversa. Il portiere rossoblù fa in tempo a parare in due tempi su Fischnaller, poi si fa male e lascia il posto a Zamarion.

Secondo tempo. Parte bene il Gubbio: Miglioretti apre per Fedato che salta due avversari e tira, con Poluzzi che si salva in tuffo. Rispondono gli altoatesini con Tait che ennella in area un cross da destra, Zamarion va a vuoto, ma Karic a porta sguarnita calcia  a lato. All’ 11′ è Malaccari che lavora un pallone sulla sinistra, assist per Pasquato, il quale mette  a centro area verso Oukhadda che prova il tiro al volo di destro ad incrociare, ma la palla va alta.

Le due conclusioni dalla distanza di Casiraghi e Pasquato, con quest’ultimo che cerca Gomez (palla in angolo) sono il preludio al gol del vantaggio ospite che arriva al 28′: Casiraghi inventa un gran gol dal limite su punizione: tiro di destro a girare liftato che aggira la barriera con la palla che va sotto il sette. Il Gubbio prova a reagire ma incassa il 2-0: fallo di Pasquato su Marchi, segna Odogwu. Forcing finale per i rossoblu che riescono solo ad accorciare al 44′: corner di Pasquato e colpo di testa di Gomez.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere