CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio Calcio al via: “Lavoro e crescita per raggiungere presto la salvezza”

Calcio Alta Umbria Sport

Gubbio Calcio al via: “Lavoro e crescita per raggiungere presto la salvezza”

Redazione sportiva
Condividi

GUBBIO– Raduno, presentazione e prima seduta di allenamento per il nuovo Gubbio targato Alessandro Sandreani. Tanti giovani, alcuni volti nuovi: il difensore argentino Marcos Espeche, ex Lucchese, il portiere Gabriele Marchegiani, figlio d’arte, reduce dalla stagione alla Spal; Simone Palermo, centrocampista ex Ravenna che arriverà lunedì; la punta Vincenzo Plescia, arrivato dal Roccella; il difensore ex Pontedera Nicolò Tofanari e la punta Elio De Silvestro ex Siracusa. Il giovane Joreldo Miruku, difensore classe 2002, che ha disputato l’anno passato il campionato Under 17, è stato invece ceduto a titolo definitivo al Crotone.

Murales. Ad accogliere la squadra nel raduno quadra: un’enorme murales rossoblù proprio nella sala degli esercizi atletici n cui è riprodotta la  scenografia del settore rossoblù nel giorno della promozione in serie C.

Notari. A fare gli onori di casa, nonostante sia reduce da un intervento chirurgico, il patron Sauro Notari: “Prima di tutto non vogliamo ripetere un anno sofferto come quello trascorso – ha detto – – Sono convinto che stiamo costruendo una squadra che ci potrà far divertire. Parola d’ordine però è tenere i piedi per terra perché abbiamo degli specchi che ci portano a vedere squadre blasonate  che stanno soffrendo e tirano giù le serrande. E allora è doveroso tenere sempre i conti a posto. Da cinque anni sono presidente e i giocatori hanno sempre avuto pagamento regolari –  aggiunge con un pizzico di orgoglio –  Personalmente ho avuto vicende non buone ma ho la scorza dura e vengo da una famiglia abituata a superare ogni difficoltà. Chi mi conosce sa che mi piace stare sempre in trincea e quest’anno mi ha pesato non poter seguire la squadra come volevo. Auguro alla squadra, al mister e al ds di regalarci un anno pieno di soddisfazioni anche per la città e per i tifosi: con gli ultras con cui ho un dialogo costante. Loro sanno che ogni volta che c’è bisogno possono chiedermi di parlare, sarò sempre disponibile”

Sandreani. Poi tocca al tecnico Alessandro Sandreani: “Da parte mia c’è grande senso di responsabilità per quello che andrò a fare. Sono prima di tutto un tifoso del Gubbio – ha detto il tecnico – e ci tengo a svolgere al meglio questo ruolo. Sono anche realista e conosco l’ambiente così come so che questo mondo è fatto di alti e bassi. Oggi c’è giustamente grande entusiasmo e voglia di ripartire, ma solo due mesi fa abbiamo sofferto fino all’ultimo secondo per mantenere la categoria. E quella sofferenza deve essere un punto di partenza per noi. Per capire gli errori da non ripetere. In  questo calcio niente è scontato. Dico ai tifosi di starci vicino perché negli ultimi anni purtroppo la passione della piazza è un po’ affievolita. Punteremo a ricrearla con i risultati. Ho un gruppo che ha un’età media di 22 anni. Giovani ma ambiziosi, così dobbiamo essere. La cultura del lavoro fa parte del mio vissuto da calciatore e da allenatore, va coltivata giorno per giorno con grande rispetto per la maglia. E mi mi piace lavorare con gente che va forte anche a discapito di doti tecniche. Ho il mio concetto tattico ma non saremo noi ad adeguarci agli avversari. Dovremo assumere un’identità chiara e fare bene con quella. L’altro dato importante è che partiamo con una rosa di 24 giocatore di cui 8 ragazzi dal settore giovanile. Li conosco e preferisco puntare su di loro piuttosto che su giocatori che non conosco”.

Pannacci. Infine il ds Pannacci: “Auspico che sia stagione meno tribolata del passato. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando affinché siano colmate lacune che con tecnico e società abbiamo valutato. La rosa va ancora completata. Faremo di tutto per mettere a disposizione di Sadreani un gruppo completo in coerenza anche con i piani societari”. Poi la replica ai detrattori: “Da questa parte ci sono persone che amano questa maglia. Possiamo sbagliare. Spesso chi critica lo fa senza sapere, e soprattutto senza dare alcun contributo a questa società. Ai tifosi ribadisco che dobbiamo essere uniti. Sono loro la forza maggiore che può fare la differenza soprattutto nei momenti di difficoltà. Alla stampa dico che quello che faccio lo faccio per amore verso la società e questa maglia, seguendo le indicazioni del nostro presidente. Chiedo rispetto da parte di tutti. Le critiche ci stanno purchè si resti in un solco di correttezza reciproca. Abbiamo impostato un mercato  secondo le nostre esigenze tecniche. In alcuni casi abbiamo raggiunto le prime scelte. In altri casi abbiamo dovuto fare i conti con la concorrenza di piazze e di proposte economiche non raggiungibili. Con la Fiorentina  dobbiamo definire la posizione di Minelli, sottoposto ad una visita specifica.  Per il resto, dobbiamo valutare un paio di uscite prima di intervenire ulteriormente. I ruoli nel mirino sono in fase offensiva e difensiva. Alla fine il mister avrà a disposizione una rosa valida per gli obiettivi prefissati, in primis il mantenimento di questa categoria che per Gubbio rappresenta un traguardo notevole”.

Con Sandreani, faranno parte dello staff tecnico il preparatore atletico Luca Palazzari, il preparatore dei portieri Giovanni Pascolini e il collaboratore Enea Corsi

Convocati. Ecco l’elenco dei convocati per il raduno allo Stadio “Pietro Barbetti”:

PORTIERI: Alexandroae Dragos (2001), Battaiola Nicholas (1996), Marchegiani Gabriele (1996)

DIFENSORI: Bazzucchi Leonardo (2001), Espeche Marcos (1985), Lo Porto Alessio (1996), Paolelli Andrea (1997), Paramatti Lorenzo (1995), Pedrelli Daniele (1988), Piccinni Matteo (1986), Schiaroli Lorenzo (1998), Stortini Samuele (2000), Tofanari Niccolò (1998).

CENTROCAMPISTI: Bergamini Francesco (1994), Casiraghi Daniele (1993), Conti Massimo (1998), Conti Andrea (2000), Malaccari Nicola (1992), Ricci Luca (1999), Palermo Simone (1988).

ATTACCANTI: De Silvestro Elio (1993), Marchi Ettore (1985), Plescia Vincenzo (1998), Tavernelli Camillo (1999)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere