CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gubbio, altra delusione: la Sambenedettese vince 2-0

Calcio Sport

Gubbio, altra delusione: la Sambenedettese vince 2-0

Redazione sportiva
Condividi

SAMBENEDETTESE (4-2-3-1): Santurro; Rapisarda, Biondi, Carillo, Gemignani; Gelonese, Angiulli; Volpicelli (47′ st Miceli), Orlando (20′ st Trillò), Di Massimo (1′ st Frediani); Cernigoi (33′ st Piredda). A disp.: Raccichini, Zaffagnini, Bove, Brunetti, Garofalo, Malandruccolo, Panaioli. All.: Montero.
GUBBIO (3-4-2-1): Ravaglia; Cinaglia, Coda, Konate; Munoz (32′ pt Benedetti), Lakti (13′ st Meli), Malaccari, Filippini; Tavernelli, Sbaffo; Gomez (33′ st Cesaretti). A disp.: Zanellati, Bacchetti, Maini, Zanoni, Ricci, Battista, Sorrentino. All.: Torrente.
Arbitro: Rutella di Enna (Dell’Olio di Molfetta e De Chirico di Barletta).
Reti: 10′ pt Di Massimo (S), 29′ pt Cernigoi (S).
Note: Ammoniti: Biondi (S), Benedetti (G), Konate (G). Angoli: 1-8. Recupero: 1′ st; 4′ st

SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Il Monday night del Riviera delle Palme va alla Sambenedettese che vince 2-0 col Gubbio.  Locali avanti già al 10′: Gelonese che recupera palla a centrocampo di testa, raccoglie l’invito Volpicelli che serve sulla trequarti Orlando che per vie laterali lancia in profondità subito Di Massimo che tutto solo batte Ravaglia con un diagonale. Il Gubbio reclama un rigore al 18′: Biondi stoppa con un braccio un tiro di Coda, l’arbitro fa correre. Al 29′ la Samb raddoppia:  Angiulli serve Gemignani che entra in area, salta Munoz e serve Cernigoi che finta e tira, battendo Ravaglia. Samb vicina al tris con Volpicelli, Ravaglia para.

Nella ripresa sull’asse Cernigoi-Orlando la Samb ci prova ancora, ma Ravaglia è attento. Al 10′ ancora Cernigoi lancia Frediani che di sinistro da pochi passi manda alto.  Al 35′ esce dal campo Benedetti per un problema alla spalla, ma stoicamente rientra in campo dopo alcuni minuti per ristabilire la parità numerica. Al 38′ su cross da sinistra di Gemignani, c’è un rimpallo in area eugubina dove Gelonese di destro indirizza la palla verso l’angolino ma colpisce la base del palo.Poi più nulla sino alla fine.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere