CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Guardia di finanza, più uomini in Umbria e una nuova organizzazione

Perugia Cronaca e Attualità Terni

Guardia di finanza, più uomini in Umbria e una nuova organizzazione

Redazione
Condividi

Una pattuglia della Guardia di finanza
PERUGIA – Una nuova organizzazione con due ufficiali in più e un rafforzamento anche di uomini sul campo. Arriva anche in Umbria l’assetto ordinativo dei Reparti ridisegnato a livello nazionale, per assicurare una più diffusa presenza sul territorio soprattutto per contrastare i reati di natura economico-finanziaria.

 

Perugia e Terni In Umbria la riorganizzazione della è stata attuata con l’istituzione di ulteriori Reparti sia nell’ambito del comando provinciali di Perugia che in quello di Terni, il cui assetto è stato ulteriormente potenziato. Nel dettaglio, è stata creata una Compagnia, con sede nel capoluogo regionale – dove sono già presenti il Nucleo di polizia economica e finanziaria e il Gruppo di Perugia – e di un Gruppo nella città di Foligno, cui è affiancata la già esistente Compagnia. È stato poi elevato il livello della Compagnia di Terni a Gruppo, in aggiunta al locale Nucleo di polizia economica e finanziaria. Il dispositivo operativo delle Fiamme Gialle umbre si completa con la presenza degli ulteriori Reparti già presenti in varie città delle due provincie, ossia con la Compagnia di Spoleto e le Tenenze di Città di Castello, di Gubbio, di Assisi e di Todi per la provincia perugina e di Orvieto per quella ternana.

Reparti e uomini Per la gestione dei nuovi reparti sono arrivati due nuovi ufficiali, che si affiancano ai 14 presenti a Perugia e ai 3 di Terni. Inoltre, nei prossimi mesi verranno rafforzati gli organici, man mano che verranno effettuati i concorsi per l’ingresso di nuovi uomini a livello nazionale. Il potenziamento della struttura organizzativa da correlare all’ulteriore intensificazione dell’azione di servizio, anche per effetto del progressivo aumento delle deleghe per indagini conferite dall’Autorità giudiziaria, spesso a seguito delle attività di controllo svolte dalla gdf dell’Umbria verso posizioni connotate da alert di rischio.

Struttura A livello nazionale, la riorganizzazione – che si pone in rapporto di continuità con analoghi interventi, come quelli del 2018 inerenti ai Reparti Speciali del Corpo che collaborano con le diverse Authority di riferimento – si è sostanziata, tra l’altro, nell’elevazione delle Brigate (oramai soppresse) a livello di Tenenza, nell’istituzione di nuovi Gruppi territoriali e nuove Stazioni SAGF (Soccorso Alpino della Guardia di Finanza) e nella rivisitazione dei Reparti specializzati Anti Terrorismo – Pronto Impiego, i cosiddetti “Baschi verdi”, che assicurano il contrasto ai traffici illeciti e concorrono al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica. Detti Reparti continueranno ad operare in sinergia con i Nuclei di polizia economica e finanziaria, anch’essi recentemente riorganizzati, presenti in ogni capoluogo di provincia.

Obiettivo L’intento perseguito, di chiara evidenza, è l’innalzamento della qualità della presenza dei Reparti su tutto il territorio nazionale e, nel contempo, la crescita dei livelli di responsabilità con l’affidamento di tutte le unità operative a militari di qualificata competenza.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere