CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gualdo Tadino: l’accoltellatore resta in cella, ma l’accusa è lesioni gravissime

Cronaca e Attualità Alta Umbria

Gualdo Tadino: l’accoltellatore resta in cella, ma l’accusa è lesioni gravissime

Redazione
Condividi

L'ingresso del tribunale di Perugia

GUALDO TADINO – L’uomo che a Gualdo Tadino aveva accoltellato la ex per gelosia resta in carcere perché c’è il rischio di reiterazione del reato e non aveva un posto dove scontare i domiciliari. Il giudice ha però derubricato l’accusa da tentato omicidio a lesioni gravissime (dai 30 anni che rischiava passa ad un max di 6). È difeso dall’avvocato Federico Calzolari. Ha parlato e ammesso di averla presa a calci e pugni una volta che è caduta a terra, ma che non voleva ucciderla e che il coltello da cucina era solo per spaventarla.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere