CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Grifo, la festa non conosce sosta: battuto anche il Parma (3-0)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Grifo, la festa non conosce sosta: battuto anche il Parma (3-0)

Alessandro Minestrini
Condividi

l'esultanza di Buonaiuto dopo uno dei due gol al Parma (foto Roberto Settonce)

Perugia-Parma 3-0 (1-0)

Perugia (4-3-1-2): Rosati, Zanon, Pajac (32′ st Casale), Monaco, Di Carmine, Buonaiuto, Volta, Colombatto, Han (14′ st Mustacchio), Bandinelli, Brighi (30′ pt Bianco). A disp.: Santopadre, Nocchi, Coccolo, Emmanuello, Dossena, Frick. All. Giunti

Parma (4-3-3): Frattali, Iacoponi, Di Cesare, Scaglia, Calaiò, Baraye, Munari (11′ st Di Gaudio), Barillà (11′ st Scozzarella), Siligardi (26′ st Ceravolo), Gagliolo, Dezi. A disp.: Nardi, Corapi, Lucarelli, Mazzocchi, Frediani, Nocciolini, Isigne, Germoni, Sierralta. All. D’Aversa

Arbitro: Davide Ghersini della sezione di Genova (Sala Consilina – Nocera Inferiore)

Reti: 17′ pt Han, 50′ – 67′ Buonaiuto

Note: 12.855 spettatori paganti per un totale di 8.690. Prima del calcio d’inizio, rispettato un minuto di silenzio per le vittime dell’alluvione di Livorno. Ammonito Volta (Pg), Munari (Pr), Di Cesare (Pr). Recupero: 2 pt, 3 st

 

PERUGIA – Grande prova del Perugia sul terreno amico del Curi contro il Parma. In uno dei match di cartello della quarta giornata di B – andato in scena dopo 13 anni di vuoto -, i biancorossi si impongono sugli emiliani dell’ex Dezi con un netto e più che meritato 3-0. Novanta minuti giocati a mille, con i grifoni nettamente in supremazia sui ducali, poco lucidi e inconcludenti. A inaugurare le danze è stato Han, che ha messo a segno la sua quinta marcatura in campionato. E’ toccato a Buonaiuto mettere ko gli ospiti, con una meravigliosa doppietta. Molto bene Pajac e un Rosati da 10 e lode. Grazie al successo odierno, la squadra di Giunti sale a 10 punti e si gode con Carpi e Frosinone la cima della classifica.

Primo tempo I padroni di casa si presentano con Rosati fra i pali, Zanon sulla destra, Volta e Monaco centrali, e Pajac sulla sinistra. A centrocampo schierati Brighi, Colombatto e Bandinelli (al posto di Bianco). In attacco tridente leggero, con Buonaiuto (in sostituzione di Cerri) arretrato, davanti Han e Di Carmine. Attendismo e gioco duro contraddistinguono i primi minuti di gara. Al 4′, il direttore di gara estrae il cartellino giallo per Volta, che poco prima aveva atterrato nei pressi del centrocampo Munari. Prima palla gol per il Perugia al 10′ con un destro pericoloso da fuori di Di Carmine. L’attaccante perugino pecca un po’ di egoismo e la sfera impatta sui cartelloni pubblicitari. Nulla di fatto anche al 16′, con una punizione calciata da Pajac totalmente fuori obiettivo. I biancorossi mettono il naso avanti al 18′ con una rete di Han. Da sinistra parte un traversone di Pajac. Buonaiuto salva la palla al volo, con una prodezza. Il pallone va a sbattere sull’interno della traversa. Han è lì davanti e insacca. La difesa del Parma pare nebulizzarsi e i grifoni provano in tutti i modi a cercare il raddoppio. Al 21′ DC10 va vicino al gol. Frattali coi piedi evita il 2-0. Al 24′ è ancora Pajac a mettersi in mostra, ma la sua conclusione di mancino termina out. Calcio di punizione per i ducali al 24′. Piccola incertezza difensiva degli umbri sulla spiovente. Gagliolo, solo davanti a Rosati, colpisce di testa. Per la gioia dei tifosi casalinghi, l’incornata vola altissima sopra la porta perugina. Al 30′ Brighi lascia il campo causa infortunio. Giunti sceglie la carta Bianco. E’ Bandinelli a cercare il gol al 32′. Il suo tiro, però, non impensierisce Frattali. Emiliani poco incisivi e Perugia allo stesso tempo spettacolare e impreciso. Il duplice fischio arriva al 47′, fra le vive proteste dei gialloblu per un sospetto tocco di mano di Bandinelli in area.

Secondo tempo Le compagini sul rettangolo verde si presentano immutate al ritorno dagli spogliatoi. Al 1′ per i crociati, Barillà prova a battere Rosati con una girata. Il parmense colpisce alla nuca Bianco, che viene soccorso dallo staff medico. Al 5′ Munari viene ammonito per proteste dopo un contrasto con Volta. Al 6′ Buonaiuto firma il raddoppio con un tiro da cineteca che si infila nell’angolino della porta emiliana. All’11’ il Parma per poco non accorcia le distanze con Baraye. Rosati è in gran forma e per due volte lascia il suo fortino inviolato. Al 12′ D’Aversa corre ai ripari, attuando un doppio cambio: fuori Munari e dentro Di Gaudio, esce Barillà ed entra Scozzarella. Nel Perugia cambio in attacco, con Mustacchio al posto di Han. Il Parma riacquista lucidità. Calaiò sfiora la rete del 2-1, ma il portiere dei grifoni dice ‘no’ un’altra volta. Non c’è due senza tre. Al 22′ arriva la doppietta di Buonaiuto (gol identico al precedento) che vale il 3-0 biancorosso. Al 27′ gli animi si scaldano e viene ammonito Di Cesare. Terzo e ultimo cambio per i parmensi al 28′, out Siligardi e in Ceravolo (al suo debutto con la maglia gialloblu). I ducali tornano a far paura al 30′, ancora con Baraye di testa. Anche in questo caso il numero 1 del Perugia fa rimanere a secco gli ospiti. Al 33′ fa il suo esordio in cadetteria Casale, che entra al posto di Pajac. Ducali all’arrembaggio nei minuti finali. Altro intervento provvidenziale di Rosati al 42′, su tiro di Calaiò. Ci prova anche Ceravolo, ma la sua conclusione è troppo sprecisa. Al 48′ il direttore di gara mette fine alle ostilità. Il tempo per festeggiare è poco. Martedì sera, altro impegno di peso in casa del Palermo.

Le parole di Giunti “I ragazzi hanno fatto cose egregie. E’ riuscito tutto alla perfezione”, questo il primo commento a caldo del mister perugino, oggi al suo debutto sul campo del Curi. Subito il discorso si è incentrato sul man of the match del successo sul Parma:”Oggi non posso parlare di singoli – ha detto -, perché sarei ingeneroso nei confonti degli altri. Buonaiuto non ha deluso le aspettative, alla prima da titolare ha fatto vedere quello che può fare. Sono contento di avere lui e Mustacchio”. Il tecnico non ha tenuto nascosto il suo orgoglio per il lavoro della difesa: “Quello che mi conforta, oggi, è la casella zero sui gol subito. I ragazzi della linea difensiva sono consapevoli che possono far bene”. Poco più di due giorni e sarà la volta dell’impegno su un campo tutt’altro che facile come il Barbera: “Sarà difficile vede fra i convocati Cerri, mentre Terrani e Del Prete saranno con noi. Valuteremo nelle prossime ore le condizioni di Brighi”.

Un momento dell'inaugurazione (foto Roberto Settonce)

Un momento dell’inaugurazione (foto Roberto Settonce)

Inaugurato il settore disabili  Da oggi lo stadio Curi sarà accessibile a tutti i tifosi. E’ stato, infatti, inaugurato questo pomeriggio alla presenza del direttore generale del Perugia Calcio, Mauro Lucarini, dell’assessore allo Sport del Comune Emanuele Prisco, dell’assessore alle politiche sociali e Pari opportunità Edi Cicchi, della consigliera Angela Leonardi e dei rappresentanti del family banker office Banca Mediolanum di Perugia il nuovo settore disabili. L’opera prevede un nuovo spazio rialzato per chi assiste alla partita in carrozzina e vetri più bassi per offrire massima visibilità. Si tratta di un’opera di accessibilità dello stadio che era stata richiesta da molto tempo dai gruppi organizzati del tifo perugino e che è stata realizzata grazie alla sensibilità dell’ Ac Perugia e di Banca Mediolanum, sponsor della squadra, che hanno dato seguito alla richiesta dell’amministrazione comunale, presentata con un ordine del giorno dai consiglieri Leonardi e Nucciarelli approvato all’unanimità dall’intero consiglio comunale.

 

I verdetti della quarta giornata: Venezia-Spezia 0-0, Cesena-Avellino 3-1, Perugia-Parma 3-0, Entella-Ternana 3-1, Novara-Cittadella 1-0, Frosinone-Bari 3-2, Salernitana-Pescara 2-2, Cremonese-Carpi 1-1, Brescia-Pro Vercelli 0-0, Empoli-Ascoli 3-0, Foggia-Palermo 1-1

Classifica Perugia, Frosinone, Carpi 10, Empoli 8, Cremonese 7, Palermo, Venezia, Avellino, Novara, Parma 6, Pescara, Brescia, Ternana 5, Cittadella, Cesena, Spezia, Entella 4, Bari, Salernitana, Ascoli 3, Foggia 2, Pro Vercelli 1

Prossimo turno: Avellino-Venezia (lunedì alle 20.30); Spezia-Novara (martedì alle 20-30, Ternana-Brescia, Pescara-Entella, Parma-Empoli, Carpi-Foggia, Pro Vercelli-Salernitana, Cittadella-Cesena, Bari-Cremonese, Palermo-Perugia, Ascoli-Frosinone

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere