CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Grifo, il sorriso torna più smagliante che mai: è ‘manita’ al Partenio

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Grifo, il sorriso torna più smagliante che mai: è ‘manita’ al Partenio

Condividi

La gioia di Di Carmine (foto Roberto Settonce)

Avellino-Perugia 0-5

Avellino (4-4-2): Radunovic; Gonzalez, Djimisiti, Jidayi, Laverone; Lasik (dal 13′ st Camara), Moretti, Paghera, Belloni (dal 3′ st Castaldo); Verde (dal 21′ st Migliorini), Ardemagni. All. Novellino.

Perugia (3-4-2-1): Brignoli; Del Prete, Dossena, Di Chiara, Fazzi (44′ st Garofalo); Gnahorè, Acampora (dal 20′ st Ricci), Dezi; Mustacchio, Guberti (dal 10′ st Terrani), Di Carmine. All. Bucchi.

Gol: Di Carmine (11′), Di Carmine (37′), Di Carmine (14′ st), Aut. Laverone (26′ st), Terrani (30′ st)

Note: ammoniti Belloni, Gnahorè, espulsi Djimisiti. Gonzales

Arbitro: Gianluca Manganello della sezione di Pinerolo (Belletti – Grossi)

AVELLINO – Il Perugia rompe il digiuno e lo fa con la roboante vittoria odierna ai danni dell’Avellino di Walter Novellino. La gara ha visto sempre al comando gli uomini di Bucchi, che hanno fornito una prestazione eccellente e il risultato finale non può fare altro che confermare ciò. Leader indiscusso della gara uno straordinario Samuel Di Carmine. A lui e alla sua strepitosa tripletta, vanno i meriti maggiori del ko rifilato a ‘Monzon’, che cade dopo 3 mesi di risultati positivi. Primo gol in serie B per Giovanni Terrani, autore del gol del 5-0. Ottimo il debutto da titolare del giovanissimo Dossena. Da segnalare anche l’ingresso nel ‘calcio dei grandi’, a 5′ dal triplice fischio finale, della giovane promessa Garofalo. Grazie al successo di oggi contro i biancoverdi, i grifoni balzano in quinta posizione.

La cronaca Bucchi sceglie un 3-4-2-1, frutto delle quattro assenze eccellenti. Al 1′ l’Avellino si porta avanti con Belloni. L’irpino tenta il traversone dalla destra, ma Dossena mette la palla in angolo. Primo squillo umbro al 4′. Mustacchio scambia con Acampora al limite dell’area. Il tiro del numero 4 biancorosso finisce con tranquillità fra le mani di Radunovic. Grande occasione per gli ospiti al 10′. Passaggio d’oro di Guberti all’indirizzo di Dezi. L’abruzzese s’invola verso la porta avversaria, pecca però troppo di egoismo e la sfera viene rubata dalla difesa campana. Passano 2′ e arriva il gol dell’1-0 per il Perugia. Di Carmine viene servito perfettamente all’interno dell’area, salta con scioltezza Jidayi e insacca. Al 26′ lupi vicini al pareggio. Laverone fa partire un traversone per Ardemagni. L’ex grifone sfiora la palla di testa, ma trova la ferma opposizione di Brignoli, che con un bel tuffo salva i suoi. Al 31′ un destro a giro di Fazzi, arrivato al termine di un’ottima giocata, viene messo in angolo. Di Chiara batte dalla bandierina di sinistra. La palla arriva in mezzo; Dossena si coordina alla perfezione e mette la palla in rete con una rovesciata da cineteca. Peccato, però, che pochi istanti prima il gioco era stato fermato dall’arbitro per fallo in attacco di Di Carmine. Il 37′ vede il gol del raddoppio perugino. Micidiale cross basso di Mustacchio all’indirizzo di Di Carmine che si trova davanti alla porta difesa da Radunovic. Il bomber biancorosso, senza problemi mette dentro il suo nono gol personale in questa stagione. Al 40′ scatta la prima ammonizione dell’incontro. Belloni viene sanzionato per gioco pericoloso, in seguito a un calcio rifilato sul petto di Fazzi. Il direttore di gara concede 1′ di recupero e le due squadre vanno al riposo.

Mustacchio mentre affronta Laverone (foto Settonce)

Mustacchio mentre affronta Laverone (foto Settonce)

Ripresa Al 2′ Novellino mette dentro Castaldo al posto di Belloni. Al 4′, a causa di un fallo, Del Prete viene ammonito. Dalla successiva punizione la palla finisce sui piedi di  Jidayi che si trova in posizione irregolare, protamente segnalata dall’assistente. Al 6′ sponda di Djimisiti per Ardemagni. Il tiro dell’attaccante dei campani finisce di molto alto sopra la testa di Brignoli. Ancora Avellino pericoloso al 10′. La conclusione di Moretti termina di un soffio a lato. Per la serie non c’è 2 senza 3, al 15′ Di Carmine firma il tris. Terrani (entrato pochi minuti prima al posto di Guberti) lo serve in profondità e con un tocco da maestro, il mattatore di giornata mette a segno la rete del 3-0. Avellino in 10 a partire dal 18′. Djimisiti compie un’entrataccia ai danni di Di Carmine e viene punito col rosso diretto. I padroni di casa corrono ai ripari e al posto di Verde mettono in campo Migliorini. Sul fronte perugino, Ricci prende il posto di Acampora. Proprio il giovane romano innesca l’azione del 4-0, servendo prima Terrani, che appoggia per Di Carmine. Il numero 10 fa scoccare la freccia e il pallone finisce in porta a seguito della deviazione di Laverone. Al 30′ Terrani, con semplicità, porta il Perugia aventi di 5 lunghezze. Al 38′ Gonzalez compie un fallaccio su Fazzi e viene mandato sotto la doccia. L’Avellino finisce così l’incontro in 9.

Le parole di Bucchi “E’ stata una vittoria netta e meritata – ha detto l’allenatore del Perugia nel postpartita – non abbiamo per nulla abbandonato il nostro gioco di presentarci in campo e per tutto il tempo siamo stati aggressivi. Siamo riusiti a bloccare per tutta la gara Verde e Ardemagni, quindi non posso che essere soddisfatto della prestazione di oggi”. Sulla domanda relativi alla ‘formazione di emergenza’ proposta oggi pomeriggio il tecnico ha affermato: “Sono estremamente felice del gioco che abbiamo proposto, tutti i ragazzi hanno risposto benissimo”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere