CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Grifo, finisce in parità la sfida contro l’Ascoli: 2-2 al ‘Del Duca’

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Grifo, finisce in parità la sfida contro l’Ascoli: 2-2 al ‘Del Duca’

Alessandro Minestrini
Condividi

Stefano Guberti durante Ascoli-Perugia (foto Settonce)

Ascoli (4-3-3): Lanni, Augustyn, Mengoni, Carpani, Prez (34′ st Favilli), Giorgi (23′ st Gatto), Felicioli, Addae, Cacia, Cassata (31′ st Orsolini), Almici. A disp.: Ragni, Pecorini, Paolini, Jaadi, Iotti, De Angelis. All. Aglietti

Perugia (4-3-3): Rosati, Guberti (16′ st Acampora), Di Carmine, Dezi, Volta, Del Prete, Nicastro, Mancini, Di Chiara, Buonaiuto (34′ st Drole), Brighi. A disp.: Elezaj, Imparato, Didiba, Ricci, Bianchi, Chiosa, Alhassan, Drole. All. Bucchi

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce (Bellutti – Lanza)

Reti: 19′ pt Guberti, 7′ st Perez, 31′ st Dezi, 33′ st Cacia

Note: Ammoniti Augustyn (A), Di Chiara (P), Cassata (A), Acampora (P), Almici (A), Buonaiuto (P), Cacia (A), Volta (P), Mancini (P), Gatto (A)

ASCOLI PICENO – Secondo pareggio consecutivo per il Perugia di Cristian Bucchi. Dopo l’1-1 di domenica scorsa contro il Trapani, oggi pomeriggio, in un ‘Del Duca’ off limits per i tifosi, è terminato 2-2 il confronto con i padroni di casa dell’Ascoli. Partita non avara di emozioni e di colpi di scena. Due, un numero che può sembrare insignificante ma in questo caso è risultato più pesante di un macigno. Per ben due volte i biancorossi vanno in vantaggio, ma sfortunatamente (e ingenuamente), in entrambe le occasioni, si sono fatti riagganciare dai marchigiani.

La cronaca Scossa il 4′ e per i grifoni arriva la prima occasione. Guberti verticalizza per Di Carmine che riesce a colpire di testa ma la palla finisce tra le mani di Lanni. Al 6′ Del Prete prova a sorprendere la difesa marchigiana dalla distanza. Nulla di fatto, la palla finisce fuori di parecchio. L’Ascoli si fa vedere al 13′. Annici prova a servire Cassata che si trova davanti a Rosati. Ci pensa Del Prete a salvare in corner. Dopo un quarto d’ora di partita Guberti crossa per Di Carmine, ma il bomber tarda ad arrivare sulla sfera. Brividi per i biancorossi al 17′. Cassata tenta di portare in vantaggio i suoi. Il suo tiro a giro, per la gioia dei difensori umbri, finisce out. Passana un minuto quando Di Chiara crossa da sinistra. La palla finisce sui piedi di Nicastro che serve Guberti all’interno dell’area piccola. Il numero 7 biancorosso lancia una stoccata di destro e il pallone finisce in rete. Il Grifo è scatenato e per ben due volte sfiora il raddoppio. Al 23′ Buonaiuto la dà a Guberti, che prova il tiro che fisce contro l’estremo difensore marchigiano. Sulla palla ci arriva Guberti, ma la sua conclusione finisce alta sopra la traversa. Pasticcia un po’ la difesa del Perugia al 26′. Un palla quasi morta ritorna attiva, fortunatamente dopo una serie di rimpalli il peggio viene scongiurato. Al 36′ grande occasione per i bianconeri. Cross di Cassata per Mengoni, Addae ha tutte le carte in regola per battere Rosati, ma la sfera finisce tra le sue gambe. Ultimo batticuore a una manciata di secondi dalla fine del primo tempo. Augustyn incorna sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Rosati però compie il miracolo.

Ripresa Al 48′ Augustyn sbaglia un retropassaggio ed è angolo per il Perugia. Sugli sviluppi Di Carmine va di testa, Lanni la fa sua. Il pareggio la squadra di casa lo agguanta al 48′. Dopo un tiro dalla bandierina, a causa di una leggera ingenuità perugina, grazie a un’acrobazia di Perez, l’Ascoli sigla l’1-1 al 52′. Al 56′ i grifoni provano a reagire, ma la conclusione di Di Carmine su assist di Buonaiuto termina out di pochissimo. Al 75′ Dezi incanta la difesa dei marchigiani, e quando si trova davanti alla porta non esita a buttare dentro la palla che vale il 2-1 per gli umbri. Come nella gara di domenica scorsa contro il Trapani, non finiscono i festeggiamenti che già arrivano i dolori. E’ il 78′ quando Felicioli crossa dentro per Cacia, che colpisce di testa e sigla il 2-2. Quando restano pochi istanti di gioco prima del triplice fischio, avviene un contatto in area tra Volta e Cacia. L’attaccante marchigiano termina a terra, l’arbitro però decide di non concedere il penalty. Veementi le proteste della panchina dell’Ascoli, con il direttore di gara costretto ad allontanare il tecnico Aglietti. Finisce così, con due punti lasciati in terra picena.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere