CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Grifo champagne, spettacolare vittoria contro il Brescia (3-2)

Calcio Perugia Sport Extra EVIDENZA2 Città

Grifo champagne, spettacolare vittoria contro il Brescia (3-2)

Alessandro Minestrini
Condividi

L'esultanza di Forte e dei compagni dopo il gol del 3-2 (foto Roberto Settonce)

Perugia-Brescia 3-2

Perugia (4-3-3): Brignoli, Monaco, Guberti, Ricci (28′ st Terrani), Mustacchio, Dezi (14′ Acampora), Volta, Del Prete (22′ st Fazzi), Di Chiara, Brighi, Forte. A disp.: Elezaj, Acampora, Gnahoré, Dossena, Belmonte, Di Nolfo, Panaioli. All. Bucchi

Brescia (3-4-1-2): Arcari, Untersee, Blanchard, Caracciolo, Prce, Calabresi, Bonazzoli (38′ st Ferrante), Mauri (10′ st Dall’Oglio), Bisoli (46′ pt Ndoj), Martinelli, Fontanesi. A disp.: Serraiocco, Camara, Crociata, Romagna, Modic, Sbrissa. All. Brocchi

Arbitro: Marinelli della sezione di Tivoli (Margani – Oliveri)

Reti: 22′ pt Forte, 34′ pt Caracciolo, 25′ st Bonazzoli, 31′ st Mustacchio, 35′ st Forte

Note: Ammoniti Dezi, Calabresi, Prce, Martinelli, Dall’Oglio, Forte, Monaco

PERUGIA – La quaresima (calcistica) del Perugia è terminata. Ritornano al successo dopo cinque digiuni consecutivi gli uomini di Bucchi. Tre punti meritatissimi – e importanti per la conquista dei play off – quelli ottenuti dai Grifoni oggi pomeriggio contro il Brescia. La voglia di vincere, di fare bene, di ritornare a sorridere era stata subito manifestata dalla squadra di casa, che per la maggior parte dell’incontro ha lasciato pochissimo spazio alla squadra di Brocchi.

La cronaca Grifo super in avvio di partita. Dopo 120″ di gioco Di Chiara crossa per Brighi in area che si trova davanti la porta avversaria. Il numero 33 biancorosso si coordina benissimo, ma la sua conclusione finisce a lato. Al 4′ Mustacchio si trova a tu per tu con Arcari. L’attaccante umbro può servire benissimo Guberti, che senza problemi potrebbe insaccare il gol del vantaggio. I due non si vedono e il neogrifone butta la sfera addosso all’estremo difensore ospite. All’11’ su una respinta di Arcari, il sinistro di Guberti termina sul fondo. E’ il 18′ quando Ricci calcia di destro con potenza, il portiere lombardo con una stupenda parata salva i suoi. Al 22′ arriva il gol del vantaggio del Perugia. Del Prete crossa perfettamente dalla destra, in mezzo all’area c’è Forte che svetta, incorna e sigla la rete dell’1-0. Le rondinelle ritrovano la parità al 33′. Assist di Blanchard per Caracciolo che manda in porta la palla. Il primo cartellino dell’incontro viene tirato fuori al 35′. Dezi atterra Mauri e il direttore di gara sanziona l’abruzzese col giallo. Al 39′ i padroni di casa sfiorano il raddoppio. Velo di Dezi su passaggio di Guberti, Del Prete ci prova ma la sua conclusione finisce fuori. Al 43′ viene ammonito anche il bresciano Calabrese. Dopo 2′ primi di recupero le due  formazioni vanno all’intervallo.

Ripresa In avvio di ripresa gli ospiti schierano Ndoj al posto di Bisoli che si era fatto male precedentemente. Nuova fiammata biancorossa al 2′. Grande occasione di Del Prete, Calabrese libera con un colpo di testa. Guberti al 5′ sfida da difesa ospite, calcia ma la sfera, toccata da un avversario, va con facilità fra le grinfie di Arcari. Secondo cambio per il Brescia al 10′, con Dall’Oglio al posto di Mauri. Al 12′ assist involontario di Blanchard per Ricci che colpisce in pieno il palo. Poco dopo Martinelli atterra Guberti al limite dell’area e per questo viene ammonito. La conseguente punizione finisce addosso alla barriera. Prce al 17′ lancia un mancino centralissimo all’indirizzo di Brignoli costretto ad agguantare la palla a terra. Secondo cambio per Bucchi quando scocca il 22′: fuori l’acciaccato Del Prete, dentro Fazzi. Al 23′ traversone di Brighi per Guberti, che però sbaglia i tempi. Il Brescia mette il naso avanti al 25′. Caracciolo serve in profondità Bonazzoli che batte Brignoli. E’ nei 10′ successivi che ha luogo la riscossa dei padroni di casa. Al 30′ Di Chiara butta la palla in mezzo, Untersee sporca il passaggio. Mustacchio è lestissimo e non sbaglia il gol del 2-2. Passano pochi istanti e ancora Mustacchio può regalare ai suoi la rete del 3-2 ma la sua conclusione finisce proprio addosso a Forte che salva involontariamente la porta lombarda. Al 33′ avviene un episodio dubbio nei pressi della porta bresciana. Gli umbri reclamano a gran voce il penalty che non viene concesso dall’arbitro. A causa delle veementi costestazioni, Bucchi viene allontanato dalla panchina. Al 34′ il Perugia segna il gol della vittoria. Sugli sviluppi di una punizione battuta da Guberti, Arcari compie un pasticcio. Forte è lì a due passi e non si lascia scappare la ghiotta occasione. Ed è 3-2. 5′ primi di recupero e il Curi può tornare a festeggiare.

Le parole del mister E’ un Cristian Bucchi al settimo cielo, che ha solo parole di elogio per i suoi ragazzi quello che si è presentato in sala stampa a fine match: “E’ stata una partita stradominata – ha detto il tecnico perugino – nella quale ho visto il grande cuore di questi ragazzi. Qualche leggera disattenzione ci ha fatto subire i due gol, se avessimo perso quest’oggi non mi sarei presentato qui. Quella di oggi, è stata la partita più bella”. Inoltre il mister ha anche reso nota la sua versione dei fatti riguardo l’episodio che gli è costato l’allontanamento dalla panchina: “Da quello che avevo visto mi sembrava rigore netto. Quando non ho sentito l’arbitro fischiare ho avuto un urlo di disapprovazione che il direttore di gara ha preso per un’offesa”.

Con la testa al Liberati Biancorossi subito al lavoro per l’attesissimo derby di domenica prossima contro i cugini rossoverdi: “Ora pensiamo solo al derby – ha aggiunto Bucchi – da domani incominceremo a lavorare per fare bene domenica. Sappiamo quanto questa partita è importante per la città e per i nostri tifosi”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere