CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Grifo, a La Spezia per continuare a far bene. Santopadre al ‘Corriere dello Sport’: “Presto il nuovo Curi”

Calcio Perugia Cronaca e Attualità Sport Città

Grifo, a La Spezia per continuare a far bene. Santopadre al ‘Corriere dello Sport’: “Presto il nuovo Curi”

Redazione sportiva
Condividi

Bucchi (foto Settonce)

PERUGIA – Grifo impegnato in trasferta domani sul campo dello Spezia. Qualche problema in casa Perugia, dove il numero di indisponibili è assai importante. “Ci sono diversi indisponibili per la gara di domani – ha annunciato in conferenza stampa l’allenatore di grifoni, Cristian Bucchi – Chiosa, Mancini, Belmonte, Zapata e Da Silva non verranno”. Partiranno alla volta della Liguria invece Dezi, Brighi, Acampora e Rosati, che durante il suo intervento in sala stampa, il tecnico biancorosso aveva dato per incerti. Il mister ha poi aggiunto: “Affrontiamo una squadra che è costruita per obiettivi importanti. In più, mai come sta volta siamo in grande emergenza. Per me la squadra è sempre quella che scende in campo, indipendentemente da chi gioca. Ci sarà di tirare fuori qualcosa in più e sono sicuro che i ragazzi lo faranno”.

Speciale Grifo sul Corriere dello Sport Il sodalizio biancorosso è stato protagonista di un bellissimo speciale apparso nel numero odierno del famoso giornale sportivo romano. Nell’intervista condotta da Xavier Jacobelli, il presidente Massimiliano Santopadre ha raccontato i suoi inizi nel mondo dell’imprenditoria e di come sia giunto al vertice dell’Ac Perugia. Il numero uno della società di Pian di Massiano ha promesso ai tifosi che fra pochissimo tempo inizieranno i lavori di ristrutturazione dello stadio: “All’orizzonte c’è il nuovo Curi. I tifosi meritano un impianto che sia alla loro altezza”. Numerosi inoltre gli attestati di stima nel confronti di Bucchi: “E’ l’uomo giusto per noi. Abbiamo la stessa cultura del lavoro. E i giocatori lo seguono”.

Preoccupazione per il Pisa Questo il messaggio inviato dal patron biancorosso al presidente della Lega B, Andrea Abodi: Caro Presidente Abodi, leggo dai media la situazione che purtroppo si sta verificando a Pisa. Capisco benissimo e mi immagino la Sua amarezza nel vedere che le difficoltà non sono ancora state superate malgrado il Suo impegno. Da Presidente di una Società di calcio di Serie B sono a rinnovarLe la mia stima pubblicamente per quanto ha cercato di fare e tuttora sta facendo per la città di Pisa conscio che il Suo impegno, qualora ce ne fosse bisogno, lo mettereste per qualsiasi altra Società che milita nel nostro campionato. Quello che sta accadendo non si augura mai a nessun avversario, per quanto mi riguarda sono vicino a Lei e alla Società AC Pisa convinto della tutela e del supporto che la Lega sostiene soprattutto nei momenti di difficoltà. Mi auguro e auspico allo stesso tempo che gli altri miei colleghi abbiano questo pensiero perché sebbene le società sono 22 la Lega di Serie B è una sola e facendone tutti parte abbiamo il dovere di restare uniti. Allo stesso tempo esorto i protagonisti di questa vicenda di arrivare ad una conclusione positiva per il bene non solo del Pisa ma di tutto il movimento calcistico italiano”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere