CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Grifo, a Benevento con l’undici tipo. Bucchi: “Umiltà ed equilibrio”

Calcio Perugia Sport Città

Grifo, a Benevento con l’undici tipo. Bucchi: “Umiltà ed equilibrio”

Redazione sportiva
Condividi

Cristian Bucchi, allenatore del Perugia (foto Settonce)

PERUGIA – Proseguire con la giusta contrazione senza lasciare spazio a scivoloni per continuare il momento d’oro che il Grifo sta vivendo in questo momento. Queste in sintesi le parole dell’allenatore del Perugia, Cristian Bucchi, nella conferenza stampa prima della gara in trasferta contro Benevento. “Per questa partita non esiste tournover – ha reso noto il tecnico biancorosso nel corso della conferenza. Giocherà la formazione migliore e non pensiamo alla partita di martedì. Mancini, Drolè, Del Prete, Didiba e Zavan non verranno. Non ci sarà neanche Acampora a causa di un virus. Speriamo che recuperi per martedì. La stanchezza è certamente fisiologica a causa della settimana di lavoro e non a causa della partita che è stata recuperata. Al di là di Acampora abbiamo lo stesso gruppo e andiamo a Benevento convinti di far bene. Zebli sta molto bene anche perché è molto giovane. Per quanto riguarda Nicastro sapevamo che dopo la brillantezza iniziale avrebbe accusato la stanchezza vista la preparazione scarsa . Lui è consapevole di questo, sta capendo anche il come recuperare e sta per arrivare al top della condizione.

“Mantenere l’umiltà” “La ricerca dell’equilibrio è anche la ricerca di una maturità che passa per gli atteggiamenti personali e di quanto vedo in settimana – ha proseguito il mister. Vincere dà un sano entusiasmo che non va ad intaccare la concentrazione e il percorso. Se ci sentiamo belli ci mettiamo un secondo a distruggere tutto. Veniamo da un periodo di partite comunque difficili e proseguiamo con un ciclo tosto e difficile. Dobbiamo essere bravi a mantenere l’umiltà e la consapevolezza dei nostri mezzi. Ci saranno momenti in cui dovremo soffrire, ma la squadra è concentrata su tutto questo. Per me sono tutti 27 titolari, anche chi giocherà pochi minuti deve sapere che porterebbero essere i più importanti della stagione”.

L’avversaria “Il Benevento – ha detto Bucchi – è una squadra molto aggressiva, hanno fatto tanti gol da fuori area e hanno tanti giocatori con feeling con il gol. Nelle ultime partite sono stati molto sfortunati per cui vorranno avere molta voglia di rivincita. Le avversarie di questo periodo sono toste, ma le insidie sono ovunque per cui mettiamo tutte le squadre sullo stesso piano. Ognuno ha pregi ma anche qualche difetto e su questo dobbiamo puntare. L’equilibrio si spezza con l’episodio e dobbiamo saper gestire la gara. Vorremmo imporre il nostro gioco anche a Benevento ma dovremo essere particolarmente bravi perché l’avversario probabilmente ci attaccherà molto alto. Il momento diverso delle 2 squadre non condizionerà la partita. Non arriveremo allo stadio da favoriti, ma avvelenati. Vogliamo proseguire la nostra striscia per iniziare una nuova settimana con il sorriso. Credo che il Benevento cercherà di puntellare la difesa che in queste 2 settimane è stato il punto debole. Dovremo essere bravi a insinuare in loro la sensazione di insicurezza per portare dalla nostra parte l’inerzia psicologica della gara”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere