CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Gli Anonima Noire da San Giustino approdano alle finali di Musicultura 2018

Cultura e Spettacolo Alta Umbria

Gli Anonima Noire da San Giustino approdano alle finali di Musicultura 2018

Emanuele Lombardini
Condividi

MACERATA – Hanno conquistato la commissione artistica presieduta da Piero Cesanelli col loro brano “L’Armadio” (più altre due produzioni) ed hanno superato le selezioni live. Gli Anonima Noire, da San Giustino, sono fra i 16 finalisti di Musicultura e ora si apprestano al rush finale per sperare di entrare fra gli 8 vincitori e poi magari, provare a giocarsi il premio assoluto di 20.000 euro.

Ma intanto, è arrivato già il secondo step in quello che è il maggior concorso nazionale dedicato alla canzone d’autore e popolare, che avrà la sua conclusione   nel mese di Giugno al Teatro Sferisterio di Macerata. E adesso una loro canzone sarà inserita nella compilation dedicata ai 16 finalisti che ora saranno sottoposti anche al giudizio del pubblico, che sceglierà con un voto su facebook uno degli otto vincitori.

Non solo. Gli Anonima Noire passeranno già dal 23 all’interno della programmazione radiofonica di Radio 1 Rai con una cadenza quotidiana nel palinsesto della rete. E sarà sempre Radio 1, con la conduzione di John Vignola ad irradiare il concerto di apertura che il 21 aprile vedrà protagonisti proprio i 16 finalisti e che avrà come ospite d’onore Antonella Ruggiero. Come detto, gli otto vincitori saranno scelti da un comitato di garanzia composto da una serie di cantanti ed autori di livello nazionale e dal pubblico della rete.

I vincitori. Battuti molti nomi celebri, fra i 15 sfidanti degli Anonima Noire c’è il rocker fiorentino Numa, prodotto dal ternano Francesco Morettini e vincitore del premio speciale della giuria e c’è Rakele (all’anagrafe Carla Parlato), già vista a Sanremo 2015 fra i Giovani con “Io non lo so cos’è l’amore”. E poi Donato Santoianni, come gli Anonima Noire passato da Area Sanremo e che ad inizio carriera aveva preso parte a Ti Lascio Una Canzone; gli Organico Ridotto, band di Francavilla al Mare che propone brani in dialetto abruzzese; Marco Greco, Alessandro Mancuso, Fabiana Martone, Giulia Mei, Alberto Nemo,  Daniela Pes, Pollio, Francesco Rainero, Sarah Stride, Davide Zilli, ZoniDuo.

Non ha invece superato le audizioni live l’assisana Babel, al secolo Elisa Marcacci. (qui la sua audizione)

I precedenti umbri. Tre i precedenti umbri: Claudia Fofi, prima come solista e poi come parte del gruppo femminile Le Core (Gubbio) e i ternani Matteo Sperandio Quartet.

La band. Il progetto Anonima Noire nasce tra il 2013 e il 2014, ma inizialmente il gruppo sceglie di non “calcare le scene” per lavorare al perfezionamento del primo disco intitolato “Fino all’anima e ritorno”, uscito nel mese di aprile 2016 che armonizza le loro differenti inclinazioni musicali in un Pop/Rock d’autore ricco di sfaccettature. Il primo singolo Giovanni Gambelunghe si aggiudica molti apprezzamenti, guadagnando anche la seconda posizione nella Euro Indie Music Chart (le canzoni indie più ascoltate in Europa) che mantiene per un’intera settimana.

Inizia così il loro cammino, partendo dai palchi umbri e toscani: aprono i concerti di artisti indie come Paolo Bavegnù e Management del Dolore Post Operatorio. Nel 2016 sono terzi all’Umbria Voice Festival,  ottenendo il pass per Area Sanremo 2016, dove sono entrati nei 70 finalisti. La band è composta da Andrea Brizi (batteria e octapad, percussioni elettroniche), Mirco Brozzi (chitarra elettrica e acustica) e Niccolò Neri (voce e chitarra acustica).

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo