CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Giuseppe Codovini, la lettera dei familiari: il ricordo, i ringraziamenti e il futuro della Tiberina

Cronaca e Attualità Alta Umbria Extra Varie

Giuseppe Codovini, la lettera dei familiari: il ricordo, i ringraziamenti e il futuro della Tiberina

Redazione
Condividi

Giuseppe Codovini

CITTA’ DI CASTELLO – Ecco la lettera a una settimana dalla scomparsa di Giuseppe Codovini da parte della famiglia. Di seguito le parole del fratello Gianni e della moglie Silvia Pacciarini.

 

La lettera  “Il commovente, spontaneo e intenso modo con cui tutte le maestranze del gruppo Tiberina, i cittadini tutti e le istituzioni hanno manifestato l’affetto e la riconoscenza a Giuseppe rappresentano, per noi familiari, un valore impagabile, che rende meno doloroso il vuoto senza nome e ci spinge a riprendere la strada da lui tracciata. Se per un verso, paradossalmente, tutto è cambiato per un altro tutto è come prima: infatti l’azienda è solida, la proprietà rimane unita e compatta nella continuità dei progetti e nelle scelte fatte da Giuseppe; nel gruppo vi sono risorse, talenti e organizzazione che permettono una piena efficienza della macchina produttiva. Soprattutto c’è Orlando Caldari, l’altro capitano del Gruppo insieme a Giuseppe. Certo, Egli è insostituibile, ma i suoi valori, a cominciare dalla cultura del lavoro rimangono la stella polare sui quali incominciare a spostare sempre più la frontiera del Gruppo, deciso a non arretrare di un millimetro su quanto fatto. La forza dimostrata dalle maestranze di Tiberina è il vero capitale del gruppo e il valore in più per l’intera comunità. Pertanto, come diceva Giuseppe, ‘avanti’ per le altre sfide, veramente grazie da Silvia Pacciarini e Gianni Codovini”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere