mercoledì 1 Febbraio 2023 - 08:11
10.3 C
Rome
- Pubblicità -spot_img
spot_img

Giuli: “Totale sbrindellamento delle mie deleghe, non so se tutti credevano nel progetto”

L'ex vicesindaco ed assessore alla cultura si toglie qualche sassolino: "Tanti mi hanno mandato attestati di stima: vuol dire che ho lavorato bene, anche se forse chi ha preso queste decisioni, che non mi sono giunte inattese, non la pensa così"

TERNI – “Lascio una non trascurabile eredità di progetti, programmi ed iniziative che spero in questi anni vengano portati avanti. Il totale sbrindellamento delle mie tante deleghe mi fa sinceramente temere per il peggio, spero di sbagliarmi”. Andrea Giuli è fermo, pacato, come è nel suo stile. Ma non per questo meno diretto. Nella conferenza stampa di saluto, l’ormai ex vicesindaco ed assessore alla cultura va dritto al punto e prima di fare un elenco delle cose fatte mette nel mirino la decisione di spacchettare le sue deleghe per fare contenti i vari partiti in occasione del rimpasto: “Certamente in questi mesi non ho scaldato la cadrega – dice – tantomeno per alcuno stipendio stellare aumentato al massimo, come qualcuno ha scritto”.

Le cose fatte. Il salvataggio del Briccialdi e la riassegnazione degli appalti del Caos e della Cascata, prima di tutto, ma anche le novità dell’unico Cantamaggio organizzato durante il periodo del suo assessorato, oltre al Natale di Terni, premiato a livello internazionale. Il ritorno a Terni del Telamone, il quadro ritrovato del Metelli e di tutta una serie di iniziative di brand territoriale. Giuli fa un elenco delle cose fatte, elenco solo parziale, ma che come sempre è dovuto in occasioni di questo tipo e sottolinea: “In queste ore sto ricevendo tantissimi attestati di stima, e a queste persone dico grazie: questo apprezzamento mi conforta, mi fa pensare che forse in questo triennio non ho operato così male. Anche se così non hanno pensato evidentemente coloro che hanno preso decisioni diverse. Non posso che prendere atto di queste decisioni, che non mi sono giunte inattese”.

Giuli fa capire chiaramente – non che non fosse peraltro evidente – che il suo essere ‘senza partito’ gli è costato il posto in virtù delle richieste di “un partito in ascesa nei sondaggi” (non lo cita, ma è FdI) che ha reclamato un posto in più: “Le dimissioni di Bordoni hanno solo accelerato questo processo, penso che sarei stato messo da parte lo stesso prima o poi”, sottolinea con amarezza.

A margine possiamo dire che il lavoro di Giuli per la città sul fronte culturale è indiscutibile: su queste colonne abbiamo mantenuto sempre un atteggiamento moderato, per motivi chiari a chi ci segue dall’inizio, ma adesso, a bocce ferme, è giusto che gli vada riconosciuto di aver elevato almeno un po’ il livello culturale della città, con iniziative spesso anche di nicchia, ma che sicuramente hanno portato Terni sotto i riflettori.

Non fate strage. Quando parla dei quasi tre anni al Governo della città Giuli usa un termine molto preciso, ovvero “rivoluzione gentile”:  “Ho portato avanti quella che io ho definito la rivoluzione gentile. Ho sempre creduto nel programma che avevo in mente. In questo tempo, ho cercato di parlare di Terni come città turistica, ho creduto nel programma, anche se non sono sicuro tutti ci abbiano creduto allo stesso modo. Riguardo ai miei rapporti col sindaco, restano intatti, così come la stima anche se in questi mesi fra noi sono stati di confronto, nell’ambito di una dialettica costruttiva. Lascio progetti ed un gruzzolo, spero non ne venga fatto strame”

Giuli spiega di aver lasciato sul tavolo tre priorità: “Completare Terni Film Commission, il rilancio del sito di Papigno a cui avevo lavorato e con cui va chiusa una interlocuzione con un importante colosso del settore, il ritorno nel 2022 del concorso pianistico Casagrande”

Il futuro. In chiusura, le note sul futuro: “Si poteva fare meglio? Certo, ma spesso il meglio è nemico del bene. Ora mi prendo il mio tempo per il riposo, più avanti non chiudo la porta a nessuna esperienza, vedremo”.

- Pubblicità -spot_img

More articles

Ultime Notizie

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

[hungryfeed url="http://www.agi.it/cronaca/rss" feed_fields="title" item_fields="title,date" link_item_title="0" max_items="10" date_format="H:i" template="1"]