CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Giro d’Italia 2018, l’Umbria resta protagonista: Gualdo Tadino e Assisi le prescelte

EVIDENZA Perugia Terni Alta Umbria Assisi Sport Altri Foligno Spoleto Marsciano Todi Deruta Narni Orvieto Amelia Trasimeno Extra Città

Giro d’Italia 2018, l’Umbria resta protagonista: Gualdo Tadino e Assisi le prescelte

Redazione sportiva
Condividi

Il passaggio del Giro d'Italia ad Assisi

PERUGIA – E’ ufficiale: Gualdo Tadino e Assisi saranno le regine umbre dell’edizione 101 del Giro d’Italia. Dopo le numerose indiscrezioni uscite negli scorsi mesi, oggi è arrivata la certezza definitiva nel corso della presentazione della Corsa Rosa 2018, avvenuta mercoledì a Milano negli studi di Che tempo che fa, condotta da Alessandro Fabretti insieme insieme ai volti di Quelli che il calcio, ovvero Mia Ceran e Luca e Paolo. Presenti in sala numerose glorie delle due ruote: il vincitore del Giro 100, Tom Dumoulin, lo ‘Squalo’ Vincenzo Nibali, Fabio Aru e Alberto Contador.

Froome Il fuoriclasse del Team Sky ha sciolto la riserva e l’anno prossimo parteciperà al Giro d’Italia. La notizia è stata data dall’account Twitter del team britannico e dallo stesso corridore tramite un videomessaggio trasmesso nel corso della presentazione ufficiale delle tappe. Una partecipazione che farà contenti gli appassionati di ciclismo italiani e umbri in particolare, che potranno vedere da vicino le gesta del campione nativo del Kenya da vicino, senza attendere il Tour de France.

Gualdo Si comincia il 15 maggio, con l’arrivo nella città della ceramica al termine della frazione con partenza da Penne, in Abruzzo, al termine di 239 km di pedalata (la più lunga della competizione). Dopo aver attraversato le province di Ascoli Piceno e Macerata, il gruppo farà il suo ingresso in Umbria da Colfiorito. Successivamente sarà la volta di Annifo, dove sarà posizionato il Gran Premio della Montagna. Prima dell’arrivo a Gualdo, il gruppo toccherà Bagni di Nocera, Nocera Umbra e Gaifana.

Assisi Il Giro ritorna nella città di San Francesco dopo 6 anni. Quella volta a trionfare fu Joaquim ‘Purito’ Rodriguez. Il fuoriclasse spagnolo conquistò anche la maglia rosa, che si vide sfilare l’ultimo giorno dal vincitore del Giro 2012, Ryder Hesjedal. La tappa che prenderà il via da Assisi, avrà il suo epilogo a Osimo (156 km). Nel corso della frazione, il gruppo passerà per Filottrano per rendere omaggio all’indimenticato Michele Scarponi, deceduto tragicamente lo scorso anno. Dopo il via da Assisi, previsto il passaggio dei ciclisti per Capitan Loreto. Quindi, saranno omaggiate Spello e Foligno. I corridori torneranno nel territorio di Nocera Umbra. Il transiterà sul Passo del Termine per il gpm e saluterà l’Umbria passando per Molinaccio Umbro, Bivio Ercoli e Fiuminata per poi entrare in territorio marchigiano.

Tirreno-Adriatico Foligno, dopo che si è vista scippare la partenza di una tappa ad Assisi, potrebbe consolarsi con il prologo di una frazione della Tirreno-Adriatico. La Corsa dei Due Mari, potrebbe partire dalla città della Quintana il 10 marzo dell’anno prossimo, mentre l’arrivo, il giorno precedente, dovrebbe avere come sede Trevi.

Nel ricordo di Leoni Gualdo Tadino ricorderà i 100 anni Adolfo Leoni – fuoriclasse delle due ruote e campione del Mondo nel 1937 – con una mostra. Il taglio del nastro è previsto domenica 3 dicembre. Prima al Teatro Talia, alle 11.30, avrà luogo un evento a cui prenderanno parte la giornalista di Rai Sport Alessandra De Stefano, l’ex ciclista Alessandro Petacchi e il sindaco Massimiliano Presciutti. Inoltre, è previsto un intervento via telefono di Beppe Conti, giornalista e storico del ciclismo.

Tutte le tappe 1a tappa: Gerusalemme – Gerusalemme (Cronometro, 9.7 km); sabato 5 – 2a tappa: Haifa – TelAviv (167 km); domenica 6 – 3a tappa: Be’er Sheva – Eilat (229 km); lunedì 7 – Giorno di riposo; martedì 8 – 4a tappa: Catania – Caltagirone (191 km); mercoledì 9 – 5a tappa: Agrigento – Santa Ninfa (152 km); giovedì 10 – 6a tappa: Caltanissetta – Etna (163 km); venerdì 11 – 7a tappa: Pizzo Calabro – Praia a Mare (159 km); sabato 12 – 8a tappa: Praia a Mare – Santuario di Montevergine (208 km); domenica 13 – 9a tappa: Pescosannita – Campo Imperatore (224 km); lunedì 14 – Giorno di riposo; martedì 15 – 10a tappa: Penne – Gualdo Tadino (239 km); mercoledì 16 – 11a tappa: Assisi – Osimo (156 km); giovedì 17 – 12a tappa: Osimo – Imola (213 km); venerdì 18 – 13a tappa: Ferrara – Nervesa della Battaglia (180 km); sabato 19 – 14a tappa: San Vito al Tagliamento – Monte Zoncolan (181 km); domenica 20 – 15a tappa: Tolmezzo – Sappada (176 km); lunedì 21 – Giorno di riposo; martedì 22 – 16a tappa: Trento – Rovereto (Cronometro, 34.5 km); mercoledì 23 – 17a tappa: Riva del Garda – Iseo (155 km); giovedì 24 – 18a tappa: Abbiategrasso – Prato Nevoso (196 km); venerdì 25 – 19a tappa: Venaria Reale – Bardonecchia (181 km); sabato 26 – 20a tappa: Susa – Cervinia (214 km); domenica 27 – 21a tappa: Roma – Roma (118 km)

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere