CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Giovanni Artegiani e la musica nel cuore, dalle prime note al Premio Dalla

Perugia Cultura e Spettacolo

Giovanni Artegiani e la musica nel cuore, dalle prime note al Premio Dalla

Redazione
Condividi

PERUGIA – Giovanni Artegiani, classe 1996, canta l’amore, le passioni e le emozioni della vita quotidiana. Ha già pubblicato un album, Ispiramore, ha aperto i concerti di Dente, di Il Cile, si è esibito alla presentazione della stagione della Musica d’autore e ha partecipato a Music for sunset. Nel mezzo ha anche vinto il Premio Lucio Dalla 2016.

Giovani, come nasce la passione per la musica?

«Mio padre e mio fratello suonavano, e suonano, come hobby, io li guardavo e assorbivo. Seguivo i concerti e battevo il ritmo con le mani, sempre a rullare. A 14 anni, così, ho iniziato a suonare la batteria, a 17 ho iniziato a scrivere canzoni e ad avvicinarmi al pianoforte come strumento di composizione».

Punti di riferimento?

«Lucio Dalla e Lucio Battisti come cantautori, i due Lucio. Seguo anche autori più moderni con spunti molto interessanti».

Il tuo genere?

«Pop cantautoriale».

I temi delle tue canzoni?

«Amore principalmente, sono quasi sempre testi autobiografici o di persone vicine, che fanno parte della mia vita. È dalle emozioni che nascono i temi importanti da cantare, dalle riflessioni e dagli episodi di vita».

Come componi?

«Con l’ispirazione nascono testi e musica. All’inizio trovavo una melodia e poi accompagnavo i testi. Adesso sento che è più importante mettere subito dei punti fermi all’inizio poi rifinire, rielaborare. L’emozione va colta e descritta subito, anche perché così è più facile che ricordarsi dopo cosa si è provato».

Poi arriva il Premio Dalla.

«È un concorso per cantuatori emergenti, poi mi piace Dalla e ho deciso di provare. Pensavo di fare solo esperienza, ma quando durante il sound check ho sentito che tutti mi applaudivano, ho capito che potevo fare qualcosa di più, piazzarmi bene. E, invece, ho vinto il premio, la registrazione con un’etichetta indipendente, San Luca sound, il trofeo e un vinile con due miei pezzi. Da lì si è sbloccato tutto, con interviste e concerti live. Prima ero nessuno, adesso con il premio anche i locali mi prendono in considerazione. È importante anche avere una buona casa discografica, con un buon produttore che consiglia le scelte artistiche».

A Perugia in concerto il 1 dicembre.

«Mariella Chiarini mi aveva proposto di fare qualcosa già da prima, così quando l’ho chiamata dopo il Premio Dalla si ricordava di me, aveva il mio cd sul pianoforte. È uno spettacolo tutto mio, siamo in 4 con la band, presento le canzoni di “Ispiramore” e altri brani inediti».

Il tuo pubblico?

«Tanti giovani affezionati al progetto, ma non voglio targettizzare il mio prodotto, ho avuto riscontri anche da persone più adulte».

La parte più difficile?

«È sempre quella di sapere di dover fare delle scelte che tu pensi giuste, ma che si scontrano con la realtà. Suonare è bello e facile, confrontarsi con la realtà, quello che ti circonda è più difficile».

Famiglia?

«Sempre vicina, mi hanno dato sempre pieno sostegno. Sono i primi fan e sono un punto di riferimento, un confronto su cosa fare e anche i primi ascoltatori».

Musica o studio?

«Voglio fare il cantautore, ma frequento Scienze politiche e mi piace il giornalismo».

Come vedi il panorama musicale italiano?

«Molto interessante quello indipendente, ma in radio non si percepisce. C’è un sottobosco di autori indipendenti molto interessante, con testi e musiche sperimentali e fonte di ispirazione continua, con l’uso di linguaggi molto intensi. In radio, invece, adesso vanno molto gli interpreti, per via dei talent, e c’è spazio per il concetto di musica usa e getta. Io voglio fare musica diversa».

Il concerto. Giovanni Artegiani e la sua band, composta da Matteo Fiorini (chitarre), Lorenzo Giulietti (basso) e Alessio Lucaroni (batteria), suoneranno il 1 dicembre al teatro “Franco Bicini” (via del Cortone) alle 21.30. Costo del biglietto di ingresso euro 10 (euro 5 per gli under 25). Prevendite: 342.0324691. Sarà possibile acquistare il ticket anche la sera stessa all’entrata del teatro.