CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ghirelli: “Ternana e Gubbio, che derby. Tar a marzo? E’ una sconfitta”

Terni Alta Umbria Sport Extra EVIDENZA2

Ghirelli: “Ternana e Gubbio, che derby. Tar a marzo? E’ una sconfitta”

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – A tutto campo, con i cronisti, fra derby, serie C, ripescaggi, Tar e situazione della Ternana, ma anche del Gubbio. Lo scherzo del destino ha voluto che il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli tornasse a Terni esattamente un girone dopo Ternana-Gubbio, che segnò il suo esordio da numero uno della terza serie.

Doppio evento. Ieri sera ha preso parte, grazie all’amicizia che lo lega al presidente Benito Montesi e al past president Massimo Carignani, ad un evento organizzato dal Panathlon sul tema: “Sport, calcio, serie C”. Stamattina alle 9 alla sala Secci dell’Ipsia parteciperà all’incontro gli gli studenti sul tema dell’educazione allo sport. Vi prenderanno parte anche l’assessore allo sport del Comune di Terni Elena Proietti, il presidente di Unicef Terni Giancarlo Giovannetti, il presidente del Coni regionale Domenico Ignozza, l’atleta paralimpico Fabrizio Pagani, il presidente dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport di Terni Pietro Pallini e Giocondo Talamonti, presidente dell’Unia/Federazione Italiana Sport per Tutti. Coordinerà il dirigente scolastico Fabrizio Canolla.

Intanto però la serata conviviale che si è svolta all’Hotel Garden è stata l’occasione per incontrarlo e parlare con lui a ruota libera

Ternana e Gubbio. Inevitabile ovviamente cominciare del derby di lunedì sera, anche perchè Ghirelli è originario proprio di Gubbio. Chiaramente super partes, però si lascia andare a valutazione sulla stagione delle due squadre: “Inevitabile che sarà un match di livello fra due squadre che vivono un momento complicato e delicato. Questi derby sono la nostra essenza, perchè noi siamo il calcio dei paesi, dei comuni d’Italia, della piazza, della gente: siamo la bandiera, il parroco, il farmacista, il vescovo…”

“La Ternana – prosegue – ha un lignaggio sportivo di livello – spiega – oggi sono stato in sede, ho rivisto le foto degli anni 70, quelle della serie A, è stata un punto di riferimento per tanti, ha anticipato a suo modo il gioco degli olandesi. Mi auguro che esca rapidamente e possa ancora giocarsi, nonostante tutto, le sue chances playoff. Il Gubbio ha minori ambizioni, viaggia un po’ a fasi alterne, ma credo possa fare bene”

Il Tar e le sconfitte. Intanto, però il 26 marzo, la Ternana, così come le altre squadre coinvolte nella vicenda ripescaggi, saranno davanti al Tar del Lazio, per conoscere se avranno diritto o meno ad un risarcimento. Per Ghirelli però, in ogni caso non ci saranno vincitori: “Ad un mese e mezzo dalla fine del campionato siamo ancora a parlare di tribunali: comunque vada a finire, è una sconfitta per il calcio ed è per questo che dobbiamo cambiare questo sistema, attraverso le riforme e rimettendo le regole al centro”.

E prosegue. “Quando ripenso a situazioni come quelle del Cuneo, del Pro Piacenza, del Matera, mi viene l’irritazione perchè c’era una sola cosa da fare: metterle alla porta e non farle giocare perchè avevano fidejussioni non valide. Invece con una decisione incomprensibile si è deciso di tenerle dentro.Chi le ha ammesse si porta dietro la responsabilità di aver creato nel campionato un vulnus veramente pesante“.

Ripescaggi. Non manca un pensiero sul mancato ripescaggio: “Sono state prese decisioni cervellotiche, che ora hanno costretto anche la Ternana è rimasta vittima. Ora c’è da governare questo campionato complesso e difficile, poi con l’inizio dei playoff mettiamo un punto e torniamo a parlare calcio. Almeno spero”.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere

Prossimo