CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Genio del web, fervente cattolico e sepolto ad Assisi: Carlo Acutis sarà presto beato

Cronaca e Attualità Assisi Extra

Genio del web, fervente cattolico e sepolto ad Assisi: Carlo Acutis sarà presto beato

Redazione
Condividi

Carlo Acutis

ASSISI – Si concluderà domani presso l’Arcivescovado di Milano, alla presenza del Cardinale Angelo Scola l’iter diocesano per il processo di beatificazione di Carlo Acutis, il quindicenne monzese già proclamato Servo di Dio, morto nel 2006 di leucemia e fervente cattolico, le cui spoglie riposano ad Assisi, come da volontà espressa ben prima che conoscesse d’essere malato, dallo stesso giovane.

Nato a Londra nel 1991, trasferito a Milano con la famiglia molto nota nell’ambiente della finanza, nella sua breve vita si è distinto non solo per la grande passione per l’informatica – già da piccolo realizzava giornali telematici e siti web – per il fervore della sua fede e per la generosità nei confronti dei più deboli. Volle prendere la Comunione a sette anni, in anticipo rispetto a quanto prevista normalmente, e da quel momento si recava a messa ogni giorno, così come quotidiana era la sua recita del Rosario e settimanale la Confessione. Era particolarmente devoto alla Madonna, che definiva “l’unica donna della sua vita”. Scriveva fra l’altro: “La nostra meta deve essere l’ infinito, non il finito. L’ Infinito è la nostra Patria. Da sempre siamo attesi in Cielo. Tutti nascono come originali ma molti muoiono come fotocopie”, ed sono la Parola di Dio e l’ Eucarestia gli strumenti per rimanere unici e non uniformarsi”

E’ stata la Diocesi di Milano ad avviare la causa di beatificazione, anche per via della sua grande generosità per gli altri: faceva infatti volontariato presso i senzatetto, aiutava i bambini a fare i compiti ed era già un catechista. E quando gli fu diagnosticata la malattia, disse “C’ è chi sta peggio di me”  e: “Offro tutte le sofferenze che dovrò patire, al Signore, per il Papa e per la Chiesa, per non fare il Purgatorio e andare dritto in Paradiso”.

Lo scorso 12 ottobre, in occasione del decennale della scomparsa, è stata elebrata una Messa in suo suffragio presso la tomba di san Francesco, nella Basilica inferiore del santo, ad Assisi. Se il processo proseguirà senza intoppi, Carlo Acutis sarà proclamato a breve  dalla congregazione per le cause dei santi e quindi successivamente beato.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere