CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Frecciarossa a Perugia, domani si alza il sipario: scatta la ‘gara’ sui merriti

Perugia Cronaca e Attualità Città

Frecciarossa a Perugia, domani si alza il sipario: scatta la ‘gara’ sui merriti

Redazione
Condividi

Un convoglio del Frecciarossa

PERUGIA – Saranno illustrati domani a Perugia, nel corso di una conferenza stampa in programma alle ore 11 nel Salone d’Onore di Palazzo Donini, i contenuti dell’accordo con Trenitalia per la sperimentazione di un collegamento ad alta velocità “Frecciarossa” dal capoluogo di regione. All’incontro con la stampa interverranno l’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, l’assessore regionale ai trasporti, Giuseppe Chianella, ed il sindaco di Perugia, Andrea Romizi.

Leonelli  “L’annuncio della conferenza stampa della presidente Catiuscia Marini sull’arretramento del Frecciarossa a Perugia è veramente un’ottima notizia”. È quanto dichiara il consigliere regionale e segretario umbro del Partito Democratico, Giacomo Leonelli, ricordando che “come ho avuto più volte modo di dichiarare, quello di dare all’Umbria dei collegamenti ferroviari, sulla direttrice dell’alta velocità, finalmente all’altezza delle aspettative dei nostri concittadini deve essere uno dei punti qualificanti di questa legislatura e non rinviabile”.

“Siamo stati i primi a volere il Frecciarossa a Perugia – ricorda Leonelli – come primo passo per il collegamento all’alta velocità, depositando una mozione, di cui ero primo firmatario, a maggio e votandola a luglio. Sappiamo che la strada verso la soluzione Frecciarossa non è stata in discesa e l’atteso annuncio della realizzazione di un primo servizio, anche se non esaustivo simultaneamente di tutte le esigenze del territorio regionale, va accolta con favore. L’ufficialità del servizio, rivolto a una clientela prevalentemente business, sarebbe un grande passo avanti per l’Umbria, ed in particolare per il suo sviluppo, ed è una bella vittoria per il Pd umbro che più volte ha ribadito come il collegamento all’alta velocità regionale fosse uno degli obiettivi prioritari di legislatura”.

“Decidere di concentrare gli sforzi regionali sull’arretramento del Frecciarossa da Arezzo a Perugia – conclude Leonelli – è stato frutto di un esercizio di realismo. Quello di capire che fosse meglio portare a casa un obiettivo più realizzabile nell’immediato e che rappresenta un punto di partenza, non precludendo affatto la possibilità di concretizzare le altre ipotesi in campo, magari più affini ad altre istanze della nostra regione”.

Squarta “L’arretramento del treno Frecciarossa da Arezzo a Perugia, che verrà presentato domani in conferenza stampa, è il risultato di battaglie importanti, condotte al di là degli schieramenti politici, per consentire all’Umbria un rilancio turistico ed economico che, attraverso l’alta velocità ferroviaria, conduca la regione fuori dalla crisi e dagli effetti nefasti del sisma”. Lo afferma il consigliere regionale Marco Squarta (FdI) parlando di “una data storica per l’intera Umbria, di una battaglia vinta per la quale tutti i partiti, superando distinzioni e posizioni discordanti, devono ritenersi soddisfatti”.

Secondo l’esponente dell’opposizione, “l’Umbria, per decenni isolata, da domani potrà agganciarsi all’alta velocità, fare un balzo in avanti ed avere un collegamento rapido e al passo coi tempi con capoluoghi importanti come Firenze, Bologna, Milano e Torino. L’uscita dall’isolamento della regione – conclude Squarta – è una delle mia priorità della azione nell’Assemblea legislativa: ho presentato interrogazioni e mozioni, ipotizzando anche iniziative eclatanti sui binari se non ci fossero stati segnali precisi. Siamo solo all’inizio, questo è solo il primo passo per dotare la regione di collegamenti viari e ferroviari adeguati al XXI secolo”.