CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, verso la ripartenza: si allenano in 13. Tommaso Volpi nuovo dt

Calcio Sport Foligno Spoleto

Foligno, verso la ripartenza: si allenano in 13. Tommaso Volpi nuovo dt

Redazione sportiva
Condividi

Lo stadio Blasone (foto folignosport.it)

FOLIGNO- Il Foligno riparte. O almeno così sembra. Anche se il nome che in questi giorni sta lavorando alla ripartenza dei Falchi, a chi segue il calcio dilettantistico, non evoca ricordi piacevoli. Tommaso Volpi, è lui il nuovo responsabile dell’area tecnica, con Antonio Aiello, ex tecnico della Novese, ad allenare materialmente la squadra. A Campo di Marte, oggi erano in 13, fra cui Chinea e Allegrucci della Juniores, con tanti volti nuovi. La squadra, ricordiamolo, non esiste più e i giocatori vanno tutti ritesserati se li si vuol far giocare alla ripresa del campionato.  Il presidente, per ora, è ancora Antonino Spera, l’uomo di fiducia del patron Gianluca Ius, attualmente ai domiciliari per truffa allo stato.

Il nuovo dt. Ma chi è Tommaso Volpi? Allenatore, direttore sportivo, talent scout, viterbese di origine, in Umbria è noto per diverse cose. Prima di tutto, per aver allenato diverse squadre (Deruta, Ortana e Orvietana). Ma soprattutto è noto perché a suo carico nel corso della militanza in Umbria, ci sono diverse squalifiche. Come quella della stagione 2005-06, quando allenava l’Ortana: rimediò sei mesi di squalifica perché violando le norme federali che prevedono per gli allenatori la possibilità di allenare una sola squadra l’anno, appunto sedette sulla panchina dei biancorossi (allora nell’Eccellenza umbra) dopo aver allenato anche la Sorianese nel campionato laziale. Peraltro, dopo aver già fatto una cosa simile la stagione precedente (la recidiva specifica è riportata nel dispositivo della squalifica).

Nel marzo 2012 rimediò altri due mesi “per aver organizzato in data 27/05/2010 presso l’impianto sportivo della società Asd San Domenico Arezzo uno stage o raduno a carattere interregionale di giovani calciatori, in assenza delle preventiva autorizzazione del Comitato Regionale di riferimento”.

Le squadre da lui allenate sono tantissime: in Italia, oltre alle tre citate anche Rignano Flaminio, Montevarchi, Viterbese, Flaminia Civita Castellana, Anagni, Alatri, e Cavese. Fuori dall’Italia è stato il collaboratore tecnico di Enrico Piccioni allo Shumen, nella serie B bulgara e poi ha guidato i Sirens Fc, e il Qormi Fc,  campionato maltese ed stato dt del Gudja United, società sempre dell’isola di Malta rilevata da una agenzia di calciatori (la Solo Football) di proprietà della moglie Angela Perez, inibita per tre anni in Italia a seguito del fallimento del Montevarchi, società dove era appunto approdata sempre col marito a suo tempo.

Mercato e non solo. Proprio da Malta dovrebbero arrivare alcuni dei giocatori che Volpi sta cercando di contattare per mettere insieme la rosa del nuovo Foligno. Che sicuramente pescherà anche dalla Juniores. Sul fronte societario, Spera ha incontrato il delegato allo sport Tortolini per  la concessione dell’impianto di Campo di Marte. Il Comune infatti non intende darlo in gestione per le attività di allenamento settimanale. Contestualmente dovrà risolvere anche le gestioni – per così dire – ordinarie: alloggio per i giocatori, materiale tecnico,  budget per le trasferte da qui alla fine della stagione. E poi le vertenze che la società è stato condannata a pagare, alle  quali si è aggiunta anche la cifra di 1000 euro dopo il mancato svolgimento del match con il Sansepolcro. Ma adesso la curiosità è tutta per la nuova rosa. Quali saranno i protagonisti del nuovo Foligno targato Tommaso Volpi? Staremo a vedere.

Presentazione. Stamattina Spera, Aiello e Volpi si sono presentati alla stampa e a breve se ne dovrebbe – forse – sapere di più anche sui giocatori. Nel frattempo, il Comune ha già fatto sapere che la società non potrà utilizzare la sede di Via dei Mille. Altro giro, altra corsa. Sotto a chi tocca.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere