CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Foligno, operatori sanitari positivi: chiuso il reparto. In Umbria 768 nuovi casi e altri 11 morti

EVIDENZA Extra

Foligno, operatori sanitari positivi: chiuso il reparto. In Umbria 768 nuovi casi e altri 11 morti

Redazione
Condividi
L'ospedale di Foligno
L'ospedale di Foligno

PERUGIA – Si registrano  768 nuovi casi di Covid-19 in Umbria  nelle ultime 24 ore. Così dal bollettino ufficiale della Regione firmato giovedì. Il dato si riferisce a 4.768 tamponi presi in esame (totale 316.038) per una percentuale di positivi del 16,10% (mercoledì è stata del 12,44%). Le guarigioni riscontrate nello stesso arco temporale sono state 204 (totale 4.265). Si registrano purtroppo altri 11 decessi con Covid-19, relativi ai territori di Castel Giorgio, Castiglione del Lago, Perugia (6), Terni (2), Valfabbrica, per un totale che sale a 165. In base a tali numeri, gli attuali positivi al virus in Umbria sono 8.394 (+553). Dall’inizio dell’epidemia sono state riscontrate 12.824 positività (+768).

Il quadro Attualmente le persone positive ricoverate negli ospedali umbri sono 369 (+13) di cui 50 (+1) in terapia intensiva. Nel dettaglio:  Perugia 118 ricoveri (invariato) di cui 21 (+1) in intensiva; Terni 106 ricoveri (+3) di cui 18 (+1) in intensiva; Spoleto 47 ricoveri (+9) di cui 5 (invariato) in intensiva; Pantalla 39 ricoveri (invariato), nessuna intensiva; Città di Castello 35 ricoveri (-1) di cui 6 (-1) in intensiva; Foligno 24 ricoveri (+2), nessuna intensiva. In isolamento fiduciario ci sono 9.305 persone (+393), mentre sono sin qui usciti dalla misura in 59.923 (+1.015).

Foligno L’Azienda Usl Umbria 2 comunica che in seguito alla positività al coronavirus di tre operatori sanitari, è stata disposta la chiusura temporanea del reparto Covid di Medicina d’Urgenza del “San Giovanni Battista”. Nell’ ambito delle misure di prevenzione e sicurezza tempestivamente attivate, sette dei dieci pazienti del reparto Covid, in via di guarigione, sono stati dimessi per proseguire il decorso della malattia al proprio domicilio, i restanti tre sono stati trasferiti in un’altra area Covid del “San Giovanni Battista”. Il provvedimento si è reso necessario per procedere, nella giornata odierna, alla sanificazione e igienizzazione dei locali al fine di riprendere, nel più breve tempo possibile, le attività. Conclusa l’indagine epidemiologica per tracciare i contatti stretti, la direzione ha inoltre posto in isolamento fiduciario una équipe sanitaria del reparto per la quale è prevista a breve la esecuzione di tampone rinofaringeo. La situazione è sotto controllo ed è attentamente seguita e monitorata dalla direzione del presidio ospedaliero e dalla direzione strategica dell’azienda sanitaria Usl Umbria 2.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere