CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, controlli a tappeto dei carabinieri su tutto il territorio: in manette tre persone

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Città

Foligno, controlli a tappeto dei carabinieri su tutto il territorio: in manette tre persone

Redazione
Condividi

Un posto di blocco dei carabinieri di Foligno

FOLIGNO – Nella settimana appena trascorsa i carabinieri di Foligno sono stati impegnati su più fronti: prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, controllo sulla regolarità dei cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale, nei confronti dei soggetti sottoposti a misure imposte dall’autorità giudiziaria e controlli alla circolazione stradale. In particolare gli uomini del Nucleo operativo e radiomobile hanno proceduto ad effettuare numerose verifiche in ordine alla circolazione stradale. Sono state elevate quindici contravvenzioni al codice della strada, sequestrati sei veicoli e ritirate tre carte di circolazione. In tale contesto è scattata una denuncia alla procura della Repubblica di Spoleto per omissione di soccorso a seguito di incidente stradale. I militari hanno infatti rintracciato e denunciato un ventunenne folignate che, dopo aver tamponato un ciclista, si era allontanato senza prestare soccorso alla vittima.

Tre arresti Nell’ambito dei controlli sulla regolarità dei cittadini stranieri si registra un arresto da parte degli uomini dell’aliquota radiomobile che, durante i numerosi controlli effettuati per le strade ed all’interno dei locali pubblici, hanno individuato un uomo di origine ucraina, trentanovenne e con numerosi precedenti di polizia, rientrato clandestinamente in Italia dopo l’espulsione con accompagnamento alla frontiera avvenuto tre anni fa poiché soggetto indesiderato. Altra misura restrittiva si evidenzia nell’ambito dei controlli sui soggetti gravati da misure limitative della libertà personale da parte dell’autorità giudiziaria. I militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Foligno hanno infatti tratto in arresto un italiano cinquantenne, con precedenti di polizia inerenti le sostanze stupefacenti, per il reato di evasione. Il malfattore infatti, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è stato colto dai militari della Benemerita al di fuori del proprio domicilio senza giustificato motivo o autorizzazioni dell’autorità giudiziaria. Particolare attenzione è stata rivolta verso la prevenzione e la repressione in materia dei reati contro il patrimonio. In tale contesto sono state denunciate due persone, un uomo ed una donna rispettivamente di 20 e 19 anni, per furto all’interno di un esercizio commerciale di Sant’Eraclio. I due giovani hanno asportato circa duecento euro di capi di abbigliamento, ma tale comportamento non è sfuggito al personale della vigilanza che prontamente ha allertato i Carabinieri tramite il numero d’emergenza 112. Fermati e perquisiti dai militari, sono stati denunciati presso la Procura della Repubblica di Spoleto mentre la refurtiva, completamente recuperata, è stata restituita ai legittimi proprietari. Da segnalare inoltre l’arresto da parte dei militari della Stazione di Foligno che, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di appello di Ancona, hanno tratto in arresto e condotto presso la casa di reclusione di Spoleto un ventottenne di origine albanese e residente a Foligno per il reato di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. I fatti sono avvenuti nel territorio marchigiano e risalgono al 2014.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere