CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, la conferenza di Nemetria diventa un “ring”: scontro a distanza Tajani-Savona

EVIDENZA Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra Città

Foligno, la conferenza di Nemetria diventa un “ring”: scontro a distanza Tajani-Savona

Redazione politica
Condividi

FOLIGNO – La conferenza di Nemetria come ring per due pesi supermassimi della politica italiana e internazionale. Visioni diverse, soprattutto sull’Europa ed economia, quelle di Paolo Savona, ministro per gli Affari europei del Governo Conte, e di Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, intervenuti entrambi nella giornata del 26 ottobre alla kermesse nella città della Quintana.

Gente insoddisfatta “La gente è insoddisfatta del peso eccessivo dato all’ economia e di quello scarso dato all’ etica. Il Governo ha fatto la scelta di dare più importanza all’ etica e cioè allo sviluppo, all’ occupazione, compresa quella giovanile, al sostegno alla povertà, nel tentativo di riequilibrare economia ed etica”: lo ha detto il ministro per gli Affari europei, Paolo Savona, oggi a Foligno in qualità di presidente del Comitato scientifico, alla 26esima edizione di Nemetria.

Scontro con l’Ue “Lo scontro oggi in atto – ha aggiunto Savona – tende a riequilibrare queste due preposizioni fondamentali della vita sociale. Sono convinto che la società debba proteggere le fasce deboli, perché i dirigenti come noi sanno difendersi, ma c’ è gente che non ha questo tipo di capacità e la dimostrazione sono i 5 milioni di poveri”. Il ministro ha evidenziato che “il problema riguarda l’ Europa in generale e non solo l’ Italia”. “Dell’ Europa abbiamo bisogno – ha concluso – e quindi dobbiamo riproporre l’ istanza etica a livello europeo”.

Tajani di fuoco “Mi auguro che l’ esperienza di questo Governo finisca il prima possibile. È un Governo contro natura dove Lega e M5S stanno facendo un gran pasticcio ai danni degli italiani”: così il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, anche lui presente all’evento organizzato nella città della Quitana. “Quello che sta facendo questo Governo – ha aggiunto – è esattamente contrario a ogni etica”.

No al reddito di cittadinanza “Come ad esempio – ha detto ancora Tajani – è inaccettabile il reddito di cittadinanza. Assistenzialismo di Stato contro lavoro: è immorale. Dobbiamo mettere i giovani nelle condizioni di lavorare – ha sottolineato ancora Tajani – invece si sceglie l’ assistenzialismo che sarà causa di lavoro nero che, come sappiamo, è gestito dalla malavita”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere