CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, interrogato il maestro, ha negato di aver insultato la bambina

Cronaca e Attualità

Foligno, interrogato il maestro, ha negato di aver insultato la bambina

Redazione
Condividi

FOLIGNO – Interrogatorio in Procura per il maestro di Foligno, sospeso dopo l’episodio di umiliazione nei confronti di due bambini di origine nigeriana. Accompagnato dal legale, ha raccontato al procuratore la sua versione.

Negato Il maestro di Foligno Mauro Bocci, sospeso a tempo indeterminato per aver denigrato due bambini,figli di una famiglia nigeriana, ieri si è presentato in procura accompagnato dal suo legale. Ha esordito sostenendo che si trattava di un’iniziativa contro il razzismo, confermando di aver preso spunto sul web e continuando a difendere il suo operato. Successivamente ha negato di aver detto ‘scimmia’ alla bambina.

Versione Versione diversa della Procura, che lo accusa di tre episodi: e nei confronti del maschietto della quinta elementare quando lo costrinse a girare il banco verso la finestra sostenendo che era troppo brutto per essere guardato e quando lo portò, addirittura nell’altra quinta, ripetendo le medesime affermazioni: “Bambini è brutto vero”. Alla sorella invece avrebbe detto se poteva chiamarla ‘scimmia’ visto che il suo cognome era lungo e difficile. Ora si attende che il gip fissi la data per ascoltare i due bambini con la formula dell’incidente probatorio.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere