CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, il ministro delle Riforme Boschi in visita ad un’azienda aerospaziale

Foligno Spoleto Extra EVIDENZA2

Foligno, il ministro delle Riforme Boschi in visita ad un’azienda aerospaziale

Redazione
Condividi

Un momento della visita del ministro Boschi

FOLIGNO – Il ministro Maria Elena Boschi è stata in visita questa mattina in Umbria ad un’azienda aerospaziale, la NCM di Foligno, un’azienda che opera nel settore energetico, aerospaziale, aeronautico e tecno biomedicale. Boschi è arrivata allo stabilimento intorno alle 10.15 di stamani. Ad attenderla la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, il parlamentare Giampiero Giulietti, il segretario regionale Giacomo Leonelli il sindaco di Foligno e presidente della Provincia di Perugia, Nando Mismetti, la vicepresidente della Camera Marina Sereni, il sottosegretario all’Interno Gianpiero Bocci, l’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini, la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria Dontatella Porzi, il vicepresidente della Regione Fabio Paparelli, l’ex presidente Maria Rita Lorenzetti, il tesoriere del Pd Bonifazi, il professor Segatori dell’Università degli Studi di Perugia e Renato Cesca, titolare di Ncm

Così il sindaco di Foligno Nando Mismetti: “La Ncm ha visto la crisi in maniera diversa. Invece che regredire è cresciuta”: Poi rivolgendosi al ministro: “Lei ministro Boschi sembra porti fortuna, l’anno scorso è venuta per la Grifo Latte, quest’anno per Ncm, venga più spesso”. Quindi è intervenuto il presidente dell’azienda: “Questa azienda solo 20 anni fa ha cominciato con 20 mila metri quadrati coperti di nostra proprietà poi abbiamo incrementato anno dopo anno in base alle esigenze dell’azienda, ora inaguriamo questa bella struttura i cui spazi nei prossimi mesi saranno completamente occupati da risorse produttive. Questi nuovi spazi li abbiamo costruiti, ma prima ancora abbiamo cercato nuovi spazi di mercato, sempre più difficili. Ma anno dopo anno abbiamo messo nuove bandierine”.

Sono oggi 250 i dipendenti dell’azienda (dei 50 che erano alla partenza), che fra l’altro ha donato 5000 euro alle popolazioni colpite dal sisma: “Lavoriamo per far crescere l’occupazione e qui c’è un ambiente sano – dice ancora il presidente – Chi entra a fare tirocinio poi non esce e resta qui a lavorare”.  Ad oggi sono oltre 50 i fornitori dell’azienda, che realizza anche motori per gli F35, turbine e sistemi di combustione”

(servizio in aggiornamento)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere