CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, il ‘giro di vite’ di quattro attrici sul palco dello Zut

Eventi Cultura e Spettacolo Foligno Spoleto Extra Città

Foligno, il ‘giro di vite’ di quattro attrici sul palco dello Zut

Redazione cultura
Condividi

FOLIGNO – Due gli appuntamenti del fine settimana con la rassegna di teatro contemporaneo allo Spazio Zut di Foligno su direzione artistica di Michele Bandini e Emiliano Pergolari. Sabato 17 alle ore 21.15 e domenica 18 dicembre alle ore 18.15 sarà Il migliore dei mondi possibili,  coproduzione Murmuris, Attodue e Laboratorio Nove, ad andare in scena. La piéce di Magdalena Barile trasporta lo spettatore all’interno del giardino della libertà e dell’uguaglianza. Ogni sera quattro attrici/cortigiane si esibiscono al servizio della loro esigente padrona, ‘Madame’. In scena le avventure del Candido di Voltaire, giovane ottimista metafisico a spasso nel peggiore dei mondi possibili: il nostro. In una gara di asservimento volontario le ragazze competono per compiacere Madame. Quando Madame viene decapitata nel suo giardino, senza una padrona per cui esibirsi e con un nuovo potere alle porte, le attrici dovranno decidere cosa fare delle loro esistenze. Sempre domenica 18, alle ore 16, a precedere lo spettacolo, si terrà la prova aperta di Small Talk!, una performance a cura del Gruppo MUD (ingresso gratuito). Prima dello spettacolo di sabato e dopo lo spettacolo di domenica, infine, sarà possibile partecipare (ore 20) alla Cena di Stagione nella Zut Gallery. Prenotazione obbligatoria per limitata disponibilità di posti (tel. 3890231912).

Prossimi appuntamenti – Novecento con  Eugenio Allegri il 28 dicembre (ore 21.15), Ma perché non dici mai niente? di Nerval Teatro il 29 gennaio (ore 18.15), Aure di Teatro Persona (in collaborazione con Teatro Stabile dell’Umbria) il 5 marzo (ore 18.15), MDSLX dei Motus il 2 aprile (ore 18.15), La vita ferma di Lucia Calamaro (in collaborazione con Teatro Stabile dell’Umbria) dal 7 al 9 aprile.

La stagione teatrale è inserita all’interno del Progetto di residenza ‘Foligno InContemporanea’, con il contributo di Ministero per le Attività Culturali, Regione Umbria, Comune di Foligno, e la collaborazione del Teatro Stabile dell’Umbria.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere