CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, Festa di scienza e filosofia: da Cacciari a Galimberti, oltre 130 ospiti

Cultura e Spettacolo

Foligno, Festa di scienza e filosofia: da Cacciari a Galimberti, oltre 130 ospiti

Redazione cultura
Condividi

Un momento della presentazione
FOLIGNO – Da Massimo Cacciari e Umberto Galimberti, tanto che in cinque giorni si contano quasi 5.100 prenotazioni, pari al 40,5 per cento dei posti disponibili. Si presenta con questi nomi e con questi numeri la Festa di scienza e filosofia, che dall’11 al 14 aprile prossimo porterà a Foligno ben 135 relatori espressione del panorama scientifico ed umanistico nazionale ed internazionale. Titolo della nona edizione Evocare il mondo. L’esplorazione della realtà che propone una serie di incontri e attività legate all’intelligenza artificiali, alla scienza e al diritto, al cervello e la mente, senza dimenticare i cambiamenti climatici e  la conquista dello spazio.

 

Programma Il programma è stato presentato lunedì mattina a Perugia dal presidente e dal direttore del Laboratorio di scienze sperimentali che organizza la Festa, ossia Maurizio Renzini e Pierluigi Mingarelli, che ha sottolineato come “su questa edizione si vada profilando una grande fiducia del pubblico”. Con loro anche il vicesindaco Rita Barbetti, la vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno Vittoria Garibaldi e la presidente di Regione Catiuscia Marini, secondo cui “la scelta di mettere a confronto scienza e filosofia  è la grande forza di questo evento, che rappresenta un luogo in cui parlare a tutti delle sfide che abbiamo davanti”

I numeri Complessivamente Foligno ospiterà circa 130 conferenze in quattro giorni. Oltre a Cacciari e Galimberi, arrivano in città il sociologo Domenico De Masi, il direttore del San Raffaele di Milano Luigi Naldini e il prof di ingegneria aerospaziale Luciano Iess. Nutrita anche la delegazione femminile con Lucia Votano e Patrizia Caraveo, rispettivamente fisica e astrofisica, ma anche grandi filosofe come Nicla Vassallo e Roberta De Monticelli. In mezzo ai grandi anche numerosi giovani ricercatori italiani e stranieri che presenteranno nella quattro giorni le proprie ricerche.

Norcia L’anteprime della Festa è, però, in programma a Norcia: nel paese terremotato arriverà il giornalista scientifico Piero Bianucci per gli studenti del De Gasperi-Battaglia, che scopriranno il cambiamento generale delle unità di misura del Sistema internazionale che scatterà il 20 maggio prossimo. Confermati poi i laboratori di Experimenta dedicati a grandi e piccini, in programma venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 ed ospitati a Palazzo Brunetti Candiotti e nella sede del Laboratorio di Scienze Sperimentali in via Isolabella: “L’obiettivo – ha commentato il curatore Corrado Morici – è quello di integrarsi con la parte delle conferenze, permettendo al pubblico di crearsi dei propri percorsi, relativi ad esempio alla salute oppure alla medicina. In quest’ottica – ha aggiunto – abbiamo anche ampliato la tipologia di laboratori, inserendo anche una sezione dedicata alle neuroscienze”. Tra gli appuntamenti da segnalare c’è anche il concerto di venerdì 12 aprile a San Domenico, dove arriva lo Zuckerman Trio, che porta il nome del celebre violinista Pinchas Zuckerman che celebra quest’anno i suoi 50 anni di carriera.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere