CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Foligno, due borse di studio dalla Fondazione Cassa di Risparmio

Foligno Spoleto Regione

Foligno, due borse di studio dalla Fondazione Cassa di Risparmio

Redazione
Condividi

FOLIGNO – Sono due le borse di studio, per utenti non iscritti con Garanzia Giovani, che la Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno mette a disposizione a sostegno dei corsi professionali in ambito culturale, in particolari percorsi per la formazione in materia di arti e pubblico spettacolo, promossi dalla Regione Umbria.

C’è tempo fino al 10 ottobre per presentare le domande per ottenere le due borse di studio che permettono la partecipazione al corso in forma totalmente gratuita.

Un’ulteriore sostegno, quindi, allo sviluppo di questi corsi professionali, il quale denota l’attenzione della Fondazione per lo sviluppo di percorsi formativi finalizzati all’ingresso nel mondo del lavoro in questo ambito specifico.

Sono in partenza infatti i nuovi corsi di formazione professionale di Garanzia Giovani che la Coop Gecite svolge in collaborazione con il Centro Studi di Foligno presso lo Zut che rafforza il suo connubio con la formazione, altra componente importante della vasta offerta culturale che lo Spazio multidisciplinare di Foligno ha messo al centro della sua azione.

Dopo la bellissima esperienza dello scorso anno, con il Corso di Tecnico del Suono che si è svolto nel periodo settembre-ottobre 2015, e che ha avuto ottimi riscontri in termini di partecipazione e di risultati, anche in relazione alle importanti opportunità lavorative che si sono poi in seguito venute a creare (in particolare per ciò che riguarda due dei partecipanti al Corso che sono stati coinvolti a livello professionale nelle attività produttive del Teatro Stabile dell’Umbria), quest’anno si arricchisce ulteriormente la proposta formativa.

Lo Spazio Zut e il Centro Studi intendono infatti rafforzare questi nuovi  percorsi per la formazione in materia di pubblico spettacolo, sia per ciò che concerne gli aspetti tecnici e organizzativi, sia per quelli più strettamente connessi alle discipline culturali artistiche e d’innovazione. I corsi rilascerannol’attestato di qualifica professionale nella materia specifica e sono gratuiti con Voucher Garanzia Giovani.

Da ottobre, oltre alla seconda edizione del Corso di Tecnico del Suono, in programma quindi altri due corsi professionali: Addetto agli Allestimenti Teatrali e Tecnico Luci. I corsi si attiveranno in seguito al raggiungimento del numero minimo di partecipanti e pertanto l‘iscrizione può essere effettuata entro settembre.

Nella realizzazione delle attività sarà utilizzata una metodologia didattica attiva, al fine di facilitare i processi di apprendimento in aule composte da allievi adulti, consistente nella organizzazione delle fasi e delle dinamiche degli apprendimenti in un processo che non segua la consueta dinamica teoria-pratica, ma preveda momenti di alternanza per rendere il corso più coinvolgente. Tale metodologia privilegia pertanto: l’esperienza concreta che si realizza nell’insieme dei soggetti chiamati ad interagire (corsisti, formatori), la valorizzazione delle eventuali competenze professionali che ogni corsista già possiede ed è basata su un’alternanza di spiegazioni teoriche, simulazioni, esempi pratici ed esercitazioni; le attività formative, inoltre, sono realizzate in situazioni didattiche progettate e costruite tenendo presente costantemente le dinamiche relazionali e professionali ed i contenuti tecnici dell’azione.

Il luogo di realizzazione del corso, ovvero lo Spazio Zut, permette di provare sul campo le competenze acquisite partecipando a sessioni di studio durante gli eventi in programmazione nello spazio.

Corso tecnico del suono Il progetto formativo ha l’obiettivo di formare Tecnici del Suono che al termine del percorso formativo siano in grado di operare nel settore dello spettacolo, partecipando a l’organizzazione e alla riuscita di concerti, spettacoli dal vivo e teatrali sul territorio, attraverso l’attivazione di rapporti professionali con associazioni che si occupano di organizzazione di eventi culturali e di spettacolo di carattere locale e/o regionale, nelle televisioni e nelle radio locali.

Obiettivo del percorso formativo è creare una figura qualificata che operi con professionalità nell’ambito della costruzione di allestimenti teatrali elaborando un piano di lavoro, costruisce elementi scenografici per spettacoli teatrali ed eventi in genere, si occupa di montare, smontare e movimentare una scenografia.

Tecnico delle luci Il progetto formativo si pone l’obiettivo di qualificare personale con competenze professionali nella progettazione e nella realizzazione di impianti e sistemi di illuminazione di ultima generazione per lo spettacolo e gli eventi dal vivo. Al termine del percorso formativo l’allievo dovrà essere in grado di relazionarsi con gli altri professionisti dello spettacolo e si occuperà di leggere ed interpretare il piano luci, attraverso il quale viene definita la sequenza delle luci e degli effetti che si alternano durante tutta la rappresentazione dell’evento. Il tecnico delle luci nella fase di realizzazione, predispone le apparecchiature necessarie per l’illuminazione del palco, si occupa del montaggio e dello smontaggio degli impianti, installa ed aziona le differenti apparecchiature elettriche ed elettroniche necessarie per la messa in scena ed è responsabile delle manovre necessarie ad assicurare gli effetti luce richiesti.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere