CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Foligno, bypass gastrico a un obeso di 198 chili: intervento riuscito all’ospedale

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

Foligno, bypass gastrico a un obeso di 198 chili: intervento riuscito all’ospedale

Redazione
Condividi
Un momento dell'intervento
Un momento dell'intervento

FOLIGNO – Un delicato intervento chirurgico su di un paziente 48enne proveniente da Roma, grande obeso di 198 kg, alto 170 cm, con Bmi (indice di massa corporea) pari a 68,51 quando il valore normale è 25 e affetto da complesse comorbilità. È stato eseguito il 13 gennaio scorso da un’équipe specializzata all’ospedale “San Giovanni Battista” di Foligno. L’ulteriore difficoltà da trattare è stata poi la presenza di sub stenosi della laringe per avanzata poliposi delle corde vocali e per la presenza di un rischio biologico.

Intervento Durante il ricovero è stato valutato da un’équipe multidisciplinare composta da pneumologi, cardiologi, psichiatra, psicologa e dietiste dell’ospedale di Foligno quindi sottoposto ad intervento bariatrico di minibypass gastrico da Marcello Boni, responsabile della Chirurgia della Obesità, supportato da Maria Teresa Federici e da Giuliano Metastasio. L’intervento, perfettamente riuscito, è stato possibile dopo il confezionamento preliminare di una tracheostomia da parte del chirurgo toracico Costanzo Fedeli mentre l’anestesia è stata condotta da Daniela Damiani.

Il decorso Nelle 48 ore successive all’intervento chirurgico, il paziente è stato assistito in terapia intensiva dallo staff di Liana Lentischio e poi al reparto di chirurgia diretto da Graziano Ceccarelli. Tra alcuni giorni verrà infine trattata la poliposi laringea dall’équipe di Otorinolaringoiatria di Fabrizio Longari. Il chirurgo Marcello Boni sente il dovere di ringraziare tutto il personale infermieristico dei reparti chirurgici e del blocco operatorio la cui opera è fondamentale per il buon esito di interventi complessi che consentono una notevole riduzione del rischio di mortalità e di sviluppare nuove patologie associate (comorbilità) al sovrappeso e all’obesità.

Elogio Il commissario straordinario dell’Azienda Usl Umbria 2 dottor Massimo De Fino ringrazia i professionisti del “San Giovanni Battista”, gli staff chirurgici e il personale infermieristico per i brillanti risultati raggiunti ed auspica l’attivazione a breve di un nuovo approccio metodologico ed organizzativo, in ambito regionale ed in sinergia con l’Azienda Usl Umbria 1, per il trattamento dei disturbi del comportamento alimentare.

Obesi in Umbria L’obesità oggi rappresenta una preoccupante piaga sociale e sanitaria che coinvolge l’11% della popolazione in tutto il mondo. In Umbria circa 80 mila persone sono interessate dal problema che causa difficoltà respiratorie, cardiopatie, ipertensione, diabete, difficoltà di muoversi e disagio sociale.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere