CARICAMENTO

Scrivi per cercare

FarmaciaTerni e sindaco Di Girolamo ai ferri corti, il cda : “Parole irricevibili”

Terni Politica

FarmaciaTerni e sindaco Di Girolamo ai ferri corti, il cda : “Parole irricevibili”

Andrea Giuli
Condividi

Il sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo

TERNI – A quasi 48 ore da quando lanotiziaquotidiana.it ha sollevato il caso della lettera del cda di FarmaciaTerni che demolisce la proposta di palazzo Spada circa la vendita delle farmacie comunali e la conseguente, secca replica del sindaco, arriva la posizione ufficiale dei vertici aziendali. Dopo questa risposta aziendale (vedi sotto), vedremo se, come sostiene qualcuno in Giunta e nella stessa maggioranza comunale, il sindaco oro edera alla rimozione del cda di FarmaciaTerni.

Il comunicato del cda di FarmaciaTerni “In riferimento – si legge nella nota del cda dell’ex AFM – al comunicato del sindaco contenente elementi distorsivi di fatti avvenuti e valutazioni condivise il management aziendale precisa quanto appresso. Innanzi tutto giova sottolineare che il cda dell’azienda ha inviato, in data 7 settembre scorso, al dirigente preposto, una lettera con richiesta di approfondimento giuridico in merito a talune problematiche avente ad oggetto la vendita/concessione di alcuni punti vendita, come previsto dal piiano industriale già approvato con apposito atto della proprietà. Tale richiesta di approfondimento è stata effettuata nell’esclusivo intento di salvaguardare la proprietà e l’azienda dal compimento di atti non conformi alle norme vigenti in materia. Si ritiene doveroso precisare e ricordare che tale richiesta è priva di qualsiasi giudizio sulle scelte politiche della proprietà. Il suo contenuto non ha alcun intento di ostacolare le decisioni assunte che non competono a codesta società. Appaiono pertanto incomprensibili le dichiarazioni del primo cittadino dato che non trovano fondamento nei contenuti della lettera del 7 settembre che a tutt’oggi non ha ricevuto alcun riscontro. Codesto cda ha sempre svolto il proprio mandato nell’assoluto rispetto delle scelte istituzionali e dei relativi ruoli. Pertanto, si ritengono irricevibili le “accuse” mosse dal primo cittadino nei confronti di chi ha svolto il proprio mandato senza le ambizioni alle quali egli stesso fa riferimento. Questo cda, con l’impegno quotidiano, il lavoro ed il sostegno esplicito del personale dipendente, ha sempre perseguito gli interessi dell’azienda e, di conseguenza, quelli della collettività ternana, nonostante gli attacchi, volti a minare la serietà e la trasparenza di tale operato. Riteniamo infine che nel rispetto dei ruoli, il sindaco, come sempre ha fatto, avrebbe dovuto convocare il cda qualora avesse ritenuto necessario un chiarimento, prima di procedere con la pubblicazione del comunicato stampa che ha generato inutili polemiche Il cda della Società, in ogni caso, continua il proprio mandato nell’assoluta responsabilità del ruolo ricoperto e nell’esclusivo interesse dell’azienda e del bene pubblico che rappresenta”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere