CARICAMENTO

Scrivi per cercare

‘Fa’ la cosa giusta’, Bastia torna la fiera del consumo consapevole

Economia ed Imprese Perugia Extra Città

‘Fa’ la cosa giusta’, Bastia torna la fiera del consumo consapevole

Redazione
Condividi

BASTIA UMBRA – Produzione italiana sostenibile in scena a Umbriafiere di Bastia Umbra con la quarta edizione Fa’ la cosa giusta! Umbria, fiera del consumo consapevole, in programma dal 6 all’8 ottobre. In scena nelle dodici aree tematche oltre duecento eventi (tutti gratuiti tra seminari, workshop, dibattiti, educazione e didattica, dimostrazioni, presentazioni, mostre, convegni, cooking show, laboratori pratici, qualità della vita, benessere del corpo e della mente, un programma riservato alle famiglie e alle scuole) e gli stand di 250 espositori a rappresentare quasi tutti i settori del vivere quotidiano, dall’abbigliamento alla cosmesi, dai servizi al food. La fiera è stata presentata da Fernanda Cecchini, assessore alle Politiche agricole e agroalimentari, Tutela e valorizzazione ambiente della Regione Umbria, che sarà presente in fiera con un’intera area, una sorta di città sostenibile dove proporrà ai visitatori uno spazio aperto sui temi della riduzione dei rifiuti, del recupero, dell’efficienza energetica, dell’uso di energie da fonti rinnovabili e della mobilità sostenibile. “Questo evento – ha detto la Cecchini – è per noi ormai un’occasione irrinunciabile. Inizialmente è stata una sfida, adesso, visto il successo delle prime tre edizioni, è un luogo importante dove incontrare il pubblico per proporre modelli e pratiche virtuose e allo stesso tempo ascoltare i cittadini. Un’appuntamento di richiamo che si è affermato come luogo di conoscenza ben oltre i confini regionali”. Alla presentazione sono intervenuti, oltre a Nicoletta Gasbarrone, presidente Fair Lab – Fa’ la cosa giusta! Umbria, Lazzaro Bogliari (presidente di Umbriafiere Spa) e Fabio Mariottini (Arpa Umbria).

Nell’ampio spazio di Bastia Umbra i consumatori potranno trovare prodotti innovativi, sostenibili, ed efficienti legati a tutti gli aspetti della vita. Design per l’arredamento da interno e da esterno, mobili e oggettistica con elementi sostenibili, soluzioni tecniche per il risparmio energetico di casa, ufficio e per le aziende, prodotti naturali per la cura e il benessere del corpo e della mente, il meglio del fashion etico per uomo e per donna, servizi per l’educazione e la formazione, ma anche prodotti naturali per la cura dei più piccoli, così come giochi e accessori per l’infanzia. Ancora, produzioni alimentari biologiche, a km zero e di qualità, eccellenze del vino e della birra, servizi vantaggiosi dal punto di vista sociale e ambientale per famiglie e aziende, nuove offerte e strumenti per programmare le proprie vacanze in luoghi naturali e autentici, gruppi di acquisto, strumenti e nuovi mezzi di trasporto per aziende e privati e molto, molto altro. E per gli amanti del buon cibo ci sarà anche lo Street, bio & vegan food festival, uno spazio ristorazione con oltre 20 stand dove gustare il meglio del “cibo di strada”. La filiera della canapa italiana, nuove fibre applicate al tessile e al food, modelli virtuosi di assistenza sanitaria, agroforestery e nuovi sistemi di allevamento, social housing. Ancora, si potranno testare le proprietà della spirulina, microalga coltivata in Italia, un integratore naturale; nuovi prodotti per la cura del corpo realizzati con latte d’asina e lumache; la cosmesi “viva” realizzata con emulsioni nano cellulari; gomme da masticare biodegradabili e cannucce edibili; nuovi prodotti vegan; modelli di assistenza sanitaria ispirati ai concetti della mutualità; edilizia residenziale sociale e molto altro.

HandMade area –Novità di quest’anno sarà lo spazio HandMade, dedicato all’esposizione di prodotti fatti a mano, fra i migliori e i più originali del centro Italia. Curato dall’associazione Make (organizzatrice di Week Hand a Foligno), nata nel 2016 con lo scopo di valorizzare il “nuovo artigianato”, all’interno dello spazio ci saranno venti stand con artigiani, makers, piccoli brand, che attraverso l’uso di nuove tecnologie e delle proprie capacità manuali, sono riusciti a esprimere al meglio il proprio talento.

Spazio ai bambini con un’intera area dedicata ai bambini e ai loro genitori con giochi di una volta, laboratori, tecnologia, osteria dei piccoli. Tre giorni di eventi e laboratori dove i bambini di tutte le età potranno sperimentare, apprendere, giocare e divertirsi. Il futuro si impara da piccoli, per questo è necessario che la consapevolezza delle buone pratiche venga stimolata e alimentata. In fiera ci saranno spazi di apprendimento e confronto, con un ampio ventaglio di iniziative formative, nella convinzione che le nuove generazioni possano favorire, con le loro scelte e il loro stile di vita, un futuro migliore e più sostenibile.

Fa’ la cosa giusta! Umbria, organizzata da Il Colibrì e Fair Lab in collaborazione con Umbriafiere, con il patrocinio e il contributo dalla Regione Umbria, con il patrocinio del Comune di Bastia, ha l’obiettivo di diffondere buone pratiche di consumo e produzione. Un percorso nato dall’incontro con Terre di mezzo Editore (casa editrice che organizza da 14 anni a Milano l’edizione nazionale di Fa’ la cosa giusta!), che è stato condiviso con le istituzioni regionali e locali, le più importanti organizzazioni economiche umbre e le diverse anime della società civile regionale. Nel comitato promotore dell’iniziativa figurano infatti: Aiab, Arci, Cia, Cittadinanzattiva, Cgil, Cisl, Uil, Legambiente e Forum del Terzo settore. Partner scientifico ARPA Umbria. Main sponsor Novamont, MATER-BI e Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo. Sponsor Minimetrò, Vus – Valle Umbra Servizi.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere