CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ex Novelli, salta il concordato preventivo: Cavicchioli invoca il Mise, sindacati in allarme

Economia ed Imprese Perugia Terni Foligno Spoleto Politica Narni Orvieto Amelia Extra EVIDENZA2

Ex Novelli, salta il concordato preventivo: Cavicchioli invoca il Mise, sindacati in allarme

Andrea Giuli
Condividi

Una manifestazione degli operai della Novelli

TERNI – Ancora nubi grigiastre sul cielo della Ex Novelli?

Bocciatura Il nuovo allarme sulla sorte dello storico gruppo alimentare umbro, ora nelle mani della società Alimentitaliani, arriva dal capogruppo del Pd in consiglio comunale, Andrea Cavicchioli: “Risulta che il tribunale di Castrovillari – scrive l’avvocato Cavicchioli – con provvedimento del 26-27 settembre 2017 ha valutato non sussistenti i presupposti e le condizioni di cui all’art. 160 Legge fallimentare per la domanda di concordato preventivo presentata da Alimentitaliani srl. Tenendo conto della rilevanza complessiva per gli assetti produttivi ed occupazionali del territorio umbro ed in particolare per l’area ternana delle vicende inerenti Alimentitaliani srl e gli impianti e le aziende dell’ex Gruppo Novelli ho inviato una formale richiesta al sindaco di Terni e alla presidente dell’Umbria affinché sia inoltrata una istanza al Mise per la convocazione immediata di tutti i soggetti interessati per affrontare con determinazione il nuovo scenario e le criticità già segnalate. Sono certo che ci sarà il massimo impegno delle istituzioni -conclude -per avere chiarezza su tutte le questioni pendenti e certezza per l’ottemperanza agli impegni formalmente assunti”.

Sindacati nazionali La vicenda, con i suoi sviluppi delle ultime ore, ha sollecitato l’intervento della Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil nazionali: “Ci sono più di cinquecento famiglie che aspettano risposte e investimenti, che hanno creduto che con questa nuova proprietà si potesse rilanciare (così come annunciato) un’importante realtà industriale. Lanciamo un appello alle istituzioni presenti al tavolo istituito presso il Mise (Ministero stesso, le Regioni Umbria, Lombardia e Lazio): serve chiedere conto ai Greco degli impegni sottoscritti per il rilancio dell’ex Gruppo Novelli. Se così non fosse sarebbe opportuno che si facessero da parte per lavorare subito ad una nuova ipotesi imprenditoriale che possa salvare uno dei principali gruppi dell’agroalimentare italiano, garantire il futuro occupazionale di cinquecento persone (e relative famiglie), nonché evitare l’ormai probabile fallimento, essendo fissato dal tribunale di Castrovillari l’udienza prefallimentare per il prossimo 17 ottobre.  Le segreterie nazionali chiederanno un incontro urgente al vice ministro Teresa Bellanova, mentre le segreterie territoriali si attiveranno immediatamente per confrontarsi con le istituzioni locali. Confidiamo quanto prima di avere risposte, in caso contrario il sindacato metterà in campo tutte le azioni a tutela dei lavoratori e delle lavoratrici”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere