CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ex Novelli, summit al Mise nuovamente rinviato: malore per uno dei partecipanti

Economia ed Imprese Perugia Terni Foligno Spoleto Narni Orvieto Amelia

Ex Novelli, summit al Mise nuovamente rinviato: malore per uno dei partecipanti

Andrea Giuli
Condividi

Mobilitazione sindacale davanti alla sede Novelli di Terni

TERNI – Non è ancora ben chiaro, a questo punto, se le responsabilità sono da addebitarmi ad una specie di malocchio oppure se, magari, c’è dell’altro.

Malore Sta di fatto che, alle 16 circa di oggi, giovedì, i sindacati nazionali e territoriali di categoria, presenti anche – a quanto sembra – i rappresentanti dell’azienda e delle istituzioni, si sono recati al Mise per l’annunciato aggiornamento della delicata discussione sulla ex Novelli (il summit era già stato rinviato di 24 ore), ma il confronto, sostanzialmente, non è neppure iniziato. La causa reale – così trapela – sarebbe nella improvvisa indisposizione di uno degli esponenti ministeriali di punta, il dottor Castano, che avrebbe accusato un malessere. La riunione sarebbe dunque stata rinviata, ancora una volta. In mattinata, comunque, l’incontro al ministero del Lavoro per analizzare la possibile disponibilità di ammortizzatori sociali vecchi e nuovi si dovrebbe essere tenuto. Come noto, nell’ultima riunione ministeriale l’azienda, la AlimentItaliani srl del Gruppo Greco, aveva dichiarato la disponibilità ad abbassare di 1 milione il taglio sul costo del lavoro (previsto un risparmio di 5,7 milioni), a fronte però di un annunciato esubero di 68 dipendenti, soprattutto nei livelli impiegatizi. Comunicazione, ovviamente, che aveva determinato una formale levata di studi del sindacato stesso.

La conferma La conferma delle indiscrezioni di poco fa arriva dai sindacati stessi: “Si e’ tenuto oggi l’incontro previsto tra i rappresentanti aziendali di Alimentitaliani e il coordinamento sindacale rappresentativo di tutti i siti del Gruppo. L’incontro si e’ dovuto riaggiornare a martedì 28 marzo a causa di un problema di salute del dottor Castano. Nel frattempo il Mise – rappresentato dalla dottoressa Cherubini – si e’ impegnato ad inviare alle segreteria nazionale una traccia di lavoro che possa agevolare il confronto tra le parti”.

Ammortizzatori e stipendi Per quanto riguarda la riunione mattutina al ministero del Lavoro, i sindacati precisano che “il ministero del Lavoro ha sottolineato che, essendo cambiata la ragione sociale dell’azienda (da Gruppo Novelli ad Alimentitaliani), si possono utilizzare gli ammortizzatori sociali al massimo della capienza prevista nel quinquennio (24 mesi di cassa integrazione straordinaria, 36 mesi contratto di solidarieta’). Le parti hanno preso atto di tale opportunità e valuteranno come procedere nella trattativa che è stata aggiornata al 28 marzo prossimo. Il coordinamento sindacale del Gruppo, analizzato il contesto, ha confermato la propria disponibilità a trovare soluzioni utili alla tutela del lavoro e per garantire le prospettive future all’azienda, a patto che la trattativa prosegua nel rispetto delle condizioni minime poste in queste settimane e condivise con i lavoratori di tutti i siti. In merito agli stipendi, l’azienda ha comunicato di aver chiesto un’autorizzazione al giudice responsabile della richiesta di concordato (lanotiziaquotidiana.it lo aveva anticipato Mercoledi, ndr) per procedere al pagamento, si è riservata di fare apposita comunicazione ai dipendenti nella giornata di domani”.

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere