CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ex Merloni, torna a salire la tensione: da JP arriva il concordato in bianco

Economia ed Imprese Alta Umbria Extra

Ex Merloni, torna a salire la tensione: da JP arriva il concordato in bianco

Redazione economia
Condividi

Una protesta degli operai della Ex Merloni

NOCERA UMBRA  -Si alza la tensione nella vertenza JP Industries di Fabriano, la newco che ha acquistato il comparto bianco della ex Antonio Merloni, compresi stabilimenti di Santa Maria e Maragone a Fabriano, e quello umbro di Gaifana, riassumendo 700 lavoratori, oggi ridotti a circa 620, distribuiti fra Marche e Umbria. La JP Industries infatti ha depositato presso il Tribunale di Ancona, sezione fallimentare, la domanda di concordato in bianco: i sindacati sono in stato di allerta e hanno convocato d’ urgenza un’ assemblea dei lavoratori in vista dell’ incontro al Mise in calendario per il 4 luglio.

Difficoltà “Questo significa che l’azienda non riesce a rimanere in piedi con le proprie forze”, evidenziano le parti sociali commentando la richiesta di concordato. Si sono accumulati 4 milioni di euro di debiti con i fornitori, 25 milioni di euro con l’ Erario, costi previdenziali e stipendi arretrati, più un debito con le banche che dovrebbe aggirarsi attorno ai 10 milioni di euro. E il piano industriale va riaggiornato. “I lavoratori – concludono i rappresentanti delle parti sociali. – sono molto arrabbiati e si sentono presi in giro dall’ imprenditore e dallo Stato. Dal primo perché – spiegano – con questa mossa, di fatto, ha congelato tutti gli stipendi arretrati: da questo momento l’ azienda non può generare un solo euro di debito, quindi se vuole lavorare deve pagare i lavoratori e i fornitori, altrimenti potrebbe anche esserci la messa in liquidazione. Con il secondo perché – concludono – si sono attesi mesi per convocare una nuova riunione al Mise. Aspettiamo il 4 luglio e poi ogni strada rimane aperta, comprese azioni eclatanti”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere