CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ex Fcu, i sindacati esultano: “Sciopero riuscito, netto no alla chiusura della ferrovia”

Perugia Cronaca e Attualità Città

Ex Fcu, i sindacati esultano: “Sciopero riuscito, netto no alla chiusura della ferrovia”

Redazione
Condividi

Un macchinista dell'ex Fcu

PERUGIA – Esultano le sigle sindacali per “l’importante risultato” di partecipazione allo sciopero dei lavoratori ex Fcu (Umbria Tpl e Mobilità Spa) proclamato per ieri, 25 agosto, da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltraporti e Faisa Cisal dell’Umbria.

Grido d’allarme I lavoratori hanno voluto lanciare un grido d’allarme “per lo stato di degrado del servizio e i continui rimpalli di responsabilità nella gestione della ferrovia centrale umbra che rischiano di compromettere in maniera definitiva una realtà strategica per il trasporto pubblico nella nostra regione. L’adesione compatta dei lavoratori allo sciopero – scrivono le sigle in una nota – è la prova evidente che le preoccupazioni già espresse nei vari incontri istituzionali dalle organizzazioni sindacali sono fondate.

Ferma opposizione alla chiusura “Da almeno due anni – continuano i sindacati – la manutenzione ordinaria delle linee è assolutamente carente, per non parlare della straordinaria, che è ormai un lontano ricordo. Questo comporta rallentamenti e chiusura di parte della linea, con relative conseguenze per il personale.  Questa realtà oggettiva – concludono – si somma all’incertezza sul futuro dell’azienda e alla totale mancanza di un piano strategico.  Andando avanti così la ferrovia centrale umbra è destinata alla chiusura e i suoi lavoratori non intendono permetterlo.

Chianella: “Nessuna chiusura”.  “Gli impegni assunti dalla Regione Umbria sulla Fcu non sono in discussione e verranno pienamente rispettati”: è quanto afferma l’assessore regionale ai trasporti, Giuseppe Chianella, in merito agli articoli alla paventata chiusura dei collegamenti ferroviari sull’intero percorso della tratta Sansepolcro- Terni della Ferrovia  centrale umbra. “Si riconferma quindi l’attenzione che la Giunta regionale ha posto in questi anni per il ripristino, l’ammodernamento e la messa in sicurezza di questa infrastruttura, interventi per i quali le risorse intercettate e disponibili ammontano a 63 milioni di euro grazie all’accordo tra Regione e Governo. Tale entità di risorse – prosegue l’assessore – non si vedeva,  sulla ex FCU,  dagli inizi degli anni ‘90, come in più occasioni ribadito, e tali risorse – sottolinea – ci consentiranno di operare un intervento strategico, in particolare sulle tratte  con necessità manutentive importanti. Si tratta di risorse che ci sono, che sono state già appostate in termini di competenza, e che saranno oggetto di un incontro al Ministero alla fine di agosto, incontro concordato già dai primi giorni  del mese di agosto”.

  “Martedì prossimo- dice Chianella – è stata convocata una riunione in assessorato tra i vertici di Umbria Mobilità e Tpl, Busitalia ed i tecnici regionali proprio per capire ed affrontare le diverse questioni relative alla ex Fcu anche alla luce della riunione che si terrà al ministero . Sarà quella l’occasione – ha concluso l’assessore – per approfondire e chiarire le indiscrezioni sulla vicenda e sarà nostra cura informare l’opinione pubblica”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere