CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Erg Re-Generation Challenge, premiazioni a Terni. Marini: “Ambiente fonte di impresa”

Economia ed Imprese Terni

Erg Re-Generation Challenge, premiazioni a Terni. Marini: “Ambiente fonte di impresa”

Redazione economia
Condividi

TERNI – Innovazione e ricerca  per favorire l’ imprenditorialità, ma anche per garantire e promuovere una migliore qualità della vita: sintetizza così la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il senso  della business plan competition lanciata da Erg Re Generation Challenge, in collaborazione con il Comune di Terni che oggi, al teatro Sergio Secci di Terni, è arrivata all’ evento finale – organizzato insieme all’Associazione TechGarage- con la premiazione dei tre finalisti  scelti  tra dieci progetti imprenditoriali: tra questi tre sono stati  proposti da team di Terni e tutti puntano sull’innovazione, in particolare sull’energia sostenibile e la rigenerazione urbana.

Al termine del TechGarage, fase conclusiva della competizione svoltasi a teatro “Secci” di Terni, la giuria composta da manager, finanziatori e rappresentanti istituzionali locali, ha scelto le tre migliori idee imprenditoriali tra le 10 finaliste. Vincitrice del primo premio, che consiste in un finanziamento da 30.000 euro, è stata Wisepower, di Terni, con un progetto di rete di sensori wireless per il monitoraggio e analisi dei parchi eolici. Il secondo premio da 20.000 euro è stato assegnato a Agesic, di Rieti un progetto che riguarda la realizzazione di un’ App in grado di rilevare stati di emergenza delle persone che lavorano da sole lanciando l’allarme in caso di infortuni. Il terzo premio da 10.000 euro è stato assegnato a Elemize, di Roma, per un l progetto di un software e device IoT che sfruttano l’intelligenza artificiale per ottimizzare i flussi energetici dei prosumer di emergia. Le iniziative imprenditoriali dovranno essere sviluppate nel territorio di Terni.

Marini. “Ringrazio Erg – ha detto la presidente Marini – per il lavoro che svolge a Terni e in Umbria. Un lavoro che si distingue per il suo stile e la modalità che coniuga la creazione di nuove idee imprenditoriali con la sostenibilità ambientale, partendo dal presupposto che l’ambiente stesso può essere fonte di impresa”. “Tutte le tematiche legate all’ambiente e al paesaggio, in questo particolare momento in cui la natura ha mostrato il suo volto ostile con gli eventi sismici – ha aggiunto la presidente Marini- diventano centrali e contribuiscono alla rinascita dei territori colpiti. I temi della rigenerazione infatti, in Umbria potranno essere applicati alla sicurezza e alla conservazione del patrimonio esistente e, in particolare dei beni culturali”.

Concludendo la presidente Marini si é rivolta ai giovani partecipanti e ai ricercatori:”In palio c’è  un premio che vi consentirà di realizzare la vostra idea imprenditoriale – ha detto –  Ma sono molti gli strumenti e i finanziamenti pubblici tra cui le risorse europee, che sostengono le startup offrendo quindi la possibilità di trasformare le idee  dei giovani in imprese”.

Il concorso. Erg Re-Generation Challenge è stata realizzata insieme a dpixel e si inserisce nell’ambito di Terni Urban ReGeneration, l’iniziativa promossa dal Comune di Terni per la riqualificazione delle aree urbane. Ai vincitori è andato un premio del valore di 30.000 euro per il primo classificato, 20.000 per il secondo e 10.000 euro per il terzo. Le somme sono destinate all’avvio dell’iniziativa imprenditoriale sul territorio di Terni.

A Erg Re-Generation Challenge hanno preso parte 66 startup, piccole aziende o spin off universitari provenienti da 11 regioni italiane che, oltre a concorrere, hanno avuto la possibilità di partecipare ad un percorso formativo finalizzato a sviluppare e migliorare le loro competenze imprenditoriali. Il 23 per cento delle startup che hanno preso parte al concorso ha come fondatrici donne. Al progetto hanno collaborato l’Università degli Studi di Perugia, l’Università degli Studi di Macerata, Sabina Universitas, l’università degli Studi della Tuscia; l’Agenzia Umbria Ricerche, Hub Corciano, Umbria Risorse, il Centro Arti Opificio Siri, JCube di Jesi e il Consorzio Industriale di Rieti.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere