CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Emergenza Covid, buoni spesa e per acquisto di computer: due bandi a Perugia

Perugia Cronaca e Attualità

Emergenza Covid, buoni spesa e per acquisto di computer: due bandi a Perugia

Redazione
Condividi
Un giovane al computer
Un giovane al computer

PERUGIA – Buoni spesa e per comprare computer o altri dispositivi tecnologici. Il Comune di Perugia, come capofila della zona sociale 2, attua due bandi della Regione per rispondere all’emergenza Covid finanziati con i fondi europei del Por Fse. Le domande potranno essere inviate a partire da mercoledì 18 novembre, esclusivamente on-line fino al 17 dicembre salvo eventuali proroghe. Il primo, denominato “Noinsieme”, ha finalità di sostegno al reddito per le persone che si trovano in difficoltà socio economiche. Nel dettaglio, verranno corrisposti i buoni spesa /card di 400 euro mensili per un massimo di sei mesi (2.400 euro totali) e il rimborso di utenze domestiche per un ammontare massimo di 300 euro. I beneficiari potranno inoltre usufruire, presso il servizio sociale territoriale, di attività di informazione, ascolto attivo, sostegno sociale e orientamento messo a disposizione dai Comuni della zona sociale 2 il cui costo rendicontabile è pari a 300 euro per beneficiario.

Card Il secondo, denominato “Family Tech” prevede l’erogazione di un contributo a copertura dei costi che le famiglie sostengono per il noleggio o l’acquisto di strumenti tecnologici utili allo svolgimento di attività sociali, socio-educative, ludico-ricreative a distanza, e comunque funzionali all’erogazione dei relativi servizi socio assistenziali, socio educativi e socio ricreativi. Potranno essere corrisposti buoni/card per l’acquisto di materiale tecnologico per un ammontare massimo di 600 euro, la stessa somma potrà essere corrisposta anche a rimborso di una spesa già effettuata a partire dal 5/3/2020 dietro presentazione di fattura o scontrino parlante.

Famiglie Per l’assessore al sociale Edi Cicchi “le misure dei due bandi regionali offriranno un sostegno alle famiglie che già sono in situazioni difficili ma quello che serve è una misura unica che faccia fronte a tutte le nuove esigenze e che venga inserita nella legge di bilancio. Sempre più famiglie, a seguito dell’emergenza sanitaria, si sono trovate in una situazione di precarietà lavorativa e quindi di difficoltà economica, i nostri servizi sociali sono a disposizione per informare i cittadini nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12 al numero 075 5773859, come lo è il Digipass, in piazza del Melo, che svolgerà un servizio di assistenza per la compilazione delle domande chiamando il numero 075 5772128 dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18”.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere